“Lacrime e Sorrisi”, il libro della regina delle telenovelas Grecia Colmenares in tour in Italia, prima tappa Napoli

Grecia

 

Martedì 16 ottobre alle ore 17,00, presso la Sala Consiliare del Complesso di Santa Maria La Nova (via S. Maria La Nova, 43)Grecia Colmenares – famosissima attrice venezuelana, nota al grande pubblico per il successo raggiunto negli anni Ottanta e Novanta con tante telenovalas come “Topazio”, “Manuela” e “Maria” – sarà a Napoli per presentare il suo primo libro, l’autobiografia “Lacrime e sorrisi”, il cui testo è stato raccolto dal giornalista Antonio D’Addio, con la supervisione di Giovanni Ruggiero. Grecia ha scelto di raccontarsi per la prima volta proprio nel Belpaese, affidando la pubblicazione del libro a Graus Edizioni.

Ne parleranno con l’attrice i giornalisti Antonio D’Addio e Renè Bonante e l’ideatore del Fan Club italiano Grecia Colmenares Giovanni Ruggiero.

Dopo la presentazione a Napoli il 16 ottobre, “Lacrime e Sorrisi” sarà giovedì 18 ottobre, a Casoria, presso la sala Kompetere, in via Don Minzoni, 17, a Giugliano presso la Piazza Eventi della Galleria Auchan il 19 ottobre, il 20 a Riardo, ospite di Ciro Perrella alla Fiera del Mobile, a Nola e altre città. Un mini tour per far conoscere la storia di un’attrice tanto amata, destinata a rimanere immortale nel cuore della gente.

Grecia Colmenares che ha tenuto incollati al piccolo schermo milioni di telespettatori, si racconta in modo ironico e brillante, offrendo al lettore stralci di passioni e segreti del set, ma non solo.
Attraverso una serie di episodi inediti, Grecia svela la sua eclettica personalità – legata anche al mondo del teatro e del ballo -, facendo emergere un profilo psicologico ironico, puro e leale, che, grazie soprattutto alla fede, non ha perso la grinta neanche nei momenti bui che hanno tracciato il suo percorso, inevitabilmente segnato da “lacrime e sorrisi”, proprio come quello dei tanti ruoli da lei interpretati e amati che hanno segnato un’epoca.

Annunci

DA NAPOLI a… NAPOLI, performance tratta dai libri su Napoli del giornalista e scrittore Marco Perillo

marco perillo.jpg

Domenica 21 ottobre ore 18.00

Tin – Teatro instabile Napoli (Vico Fico Purgatorio ad arco,38)

L’Accademia Vesuviana del Teatro e del Cinema di Gianni Sallustro

presenta

Da Napoli a….NAPOLI

Domenica 21 ottobre ore 18.00 al Tin (Teatro Instabile Napoli, vico Fico Purgatorio ad Arco, 38) ci sarà una performance artistica dal titolo “da Napolia …NAPOLI” tratta dai libri su Napoli di Marco Perillo e da episodi tratti dalla storia della città. L’evento segna l’inizio della collaborazione tra il teatro Tin, gestito artisticamente da Giancarlo del Grosso, e l’Accademia Vesuviana del Teatro e del Cinema di Gianni Sallustro.

Lo spettacolo è a cura dell’Accademia Vesuviana del Teatro e del Cinema di Gianni Sallustro con gli scrittori Marco Perillo e Martin Rua e la giornalista ed attrice Roberta D’Agostino. Saranno messi in scena stralci di 101 perché sulla storia di Napoli che non puoi non sapere, di “Misteri e segreti dei quartieri di Napoli. Itinerari per scoprire nuovi scorci, leggende, aneddoti e tradizioni” e alcuni pezzi in esclusiva del nuovo libro di Marco Perillo.

La città di Napoli è avvolta da mille segreti, tra miti e magie si sviluppa la storia di una delle città più misteriose d’Europa; amata fin dai tempi antichi per la sua conformazione, per il suo spirito battagliero e per le bellezze artistiche ed architettoniche.

L’Accademia Vesuviana del Teatro e del Cinema di Gianni Sallustro intende raccontare le storie di Napoli partendo dai fatti della rivoluzione partenopea del 1799 e dalle pagine dei libri del giornalista e scrittore Marco Perillo.

In uno dei luoghi più suggestivi della città, il Tin – Teatro Instabile che nasce nelle segrete di palazzo Spinelli, conosciuto nel mondo per la sua pianta circolare che tanto ricorda i teatri inglesi, si terrà una performance artistica che vedrà coinvolti gli attori dell’Accademia, la giornalista ed attrice Roberta D’Agostino, gli scrittori Martin Rua e Marco Perillo.

Nell’anno 2018-19 – dice Sallustro – abbiamo programmato un’intensa attività all’interno del Tin; riprenderemo, infatti, due spettacoli che portano la firma di Michele “La cantata dei pastori” e “Mater camorra” e faremo stage e workshop con artisti nazionali per portare avanti l’idea del teatro che aveva Michele che, in un’epoca come la nostra dove l’appiattimento culturale la fa da padrone, risulta essere l’unica via veramente artistica da seguire. Lavorare, lavorare, lavorare per il teatro e per l’arte”.

In un continuum storico dalle origini ad oggi, gli attori accompagneranno il pubblico in un percorso che si snoda dal vico Fico, famoso anche per la presenza della celebre scultura del Pulcinella di Lello Esposito, fortemente voluta proprio da Del Grosso che intendeva trasformare quel vicolo in un luogo d’arte, fino al teatro.

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

EKAT BORK: ecco KONTROL, il nuovo EP della musa di ghiaccio uscito in Italia il 12 Ottobre e dal 19, in Germania e Svizzera

Ekat Bork

Ekat Bork

KONTROL, il nuovo EP della musa di ghiaccio.

Dopo il successo di pubblico e critica con “YASДYES” e la recente striscia di date in Europa e India, l’artista siberiana presenta il nuovo lavoro: quattro brani dalle vaste atmosfere elettroniche animate da ritmi stimolanti.

Genere: electronic / industrial

Label: GinkhoBox

Italian Release Date: 12.10.2018

Streaming https://soundcloud.com/ekatbork/sets/kontrol/s-hj4Do

Ekat Bork, la cantautrice siberiana, dallo scorso novembre ha lavorato a Reykjavik con il suo storico produttore Francesco Fabris per dare alla luce il suo nuovo EP KONTROL.

Dopo i 2 album Veramellious e YASDYES, il nuovo EP KONTROL esce 12 ottobre in Italia e il 19 in Germania e Svizzera.

KONTROL è un EP di quattro canzoni di vaste atmosfere elettroniche animate da ritmi stimolanti. È bello, intenso e desolato.

Due i brani scelti come singoli d’anticipazione, avvolti in altrettanti video provocatori.

Il primo è la title-track uscita il 17 maggio con il suo video allarmante (https://youtu.be/Q7UShtpZnOE), che esprime la frustrazione di Ekat per la pervasiva sorveglianza della società nel cosiddetto “libero West”.

“Perché hai paura dei robot quando ti comporti da robot?”.

Il 21 settembre è la volta di ZHIVAGO (https://youtu.be/V5ygzyk-gPo) che l’artista racconta così: “All’inizio ho pensato a qualcos’altro. Immaginavo un video che descrivesse il testo della musica raccontando del grande fiume Amur e della tigre siberiana. Ma poi durante il montaggio, a volte mi succede, ho iniziato a giocare e a lasciarmi andare dando sfogo all’immaginazione, ho esagerato e così è nata l’idea del videogioco. Devo dire che si sposa perfettamente con la musica. Yes! Mi sono molto divertita.”

Nessuno dei due video è per i deboli di cuore. Nulla della musica di Ekat è superficiale o sicuro.

“È nella nostra natura essere controllati?”

Nessuno controlla Ekat Bork.

BIOGRAFIA

Ekat Bork è in Siberia (Russia), con la Cina ad ovest, il Mar del Giappone ad est e Mosca a 6000 miglia di distanza. Dopo un’infanzia e adolescenza degne di un film d’avventura, Ekat ha intrapreso un viaggio verso la libertà che la porta finalmente in Svizzera. Qui esprime se stessa scrivendo musica, testi e arrangiamenti. Tra ottobre e dicembre 2013 si è esibita con Eric Martin e Jannifer Batten in concerti acustici ed elettrici in un lungo tour europeo. Nel giugno 2013 è uscito il suo primo album “VERAMELLIOUS” prodotto dall’etichetta indipendente GinkhoBox. Nel 2014 ha raggiunto i palchi più importanti della Svizzera come il Gurten Festival, M4music, Label Suiss. Nel 2016 esce il nuovo album “YASДYES” che ottiene numerosi consensi dalla critica internazionale, veicolato con fantastiche esibizioni dal vivo in tutta Europa.

Alla fine del 2017, Ekat trova un nuovo ambiente per ispirare il suo prossimo progetto, in pochi mesi è emerso “KONTROL”, un EP di intense atmosfere elettroniche uscito ad ottobre 2018, sostenuto dal primo SOLO Tour europeo dal 17 maggio al 24 giugno e anticipato da due singoli, avvolti dai suoi video provocanti: la title-track il 17 maggio e “ZHIVAGO” il 21 settembre.

FOTO

EP Cover https://bit.ly/2n6MfBw

Ekat https://bit.ly/2OzTEFY

Ekat Logo https://bit.ly/2vtI5Yg

CONTATTI

Website http://www.ekatbork.com/

Fanpage https://www.facebook.com/ekatborkmusic/

BLOB AGENCY PRESS MEDIA OFFICE

http://www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

La voce di Emiliana Cantone incanta gli States

Emiliana Cantone 3Un grande successo per Emiliana Cantone al Festival della Musica Italiana di New York che si è confrontata con artisti dal calibro di Arisa con la quale la bella e potente voce di Napoli ha stretto un legame di sincera amicizia e tanti altri artisti hanno apprezzato l’immenso talento della cantante, con un grande applauso e standing ovation. Inoltre, ha sfilato al Columbus Day, accanto al sindaco De Blasio, con cardinali e tutte le autorità presenti, dove ha incontrato tantissimi giornalisti ed è stata invitata ufficialmente al consolato e all’associazione Cristoforo Colombo, come associato membro. Emiliana ha cantato dal repertorio classico, fino alla sua canzone L’Amore è bello se… applaudita ed apprezzata da tutti passando per la giuria con la Bbc. Insomma, un riscontro del tutto positivo per Emiliana che continua la sua grande ascesa nel mondo della musica anche fuori dal Bel Paese, diventando a tutti gli effetti una cantante dal respiro internazionale. Tanti i fans che l’hanno riconosciuta e fermata per strada e tanti messaggi privati che vogliono ascoltare la sua voce che continua a regalare emozioni senza tempo. Non sono mancate le innumerevoli interviste tra cui un passaggio nella nota trasmissione ” CIAO TONY” e patrimonio italiano. La Cantone conclude: ” Mi vogliono presto a New York per una serata tutta mia, ho ricevuto tanti apprezzamenti e riconoscimenti di stima anche da alcuni fans del posto, gli italo americani mi vogliono ascoltare, tutte queste cose mi rendono davvero orgogliosa”.

Pietro Del Vaglio, interior designer di fama internazionale si ispira alla magia dell’isola di Capri

PHOTO-2018-10-04-13-47-24Non è solo un’ambita meta estiva e luogo incantevole amato in tutto il mondo è scelto anche durante L’anno per un week end festivo e in ogni caso da sogno . Capri , una delle isole più belle del globo , è stata negli anni un porto sicuro per artisti, scrittori e intellettuali estrosi che hanno trovato nell’isola un ambiente ideale per realizzare opere, comporre sonetti o semplicemente riflettere. Non a caso l’isola ha creato suggestioni ed influenze anche nell’interior designer Pietro Del Vaglio, vero poeta dell’arredare nel mondo. Infatti, la bella Capri porta Del Vaglio a vagliare nuove energie creative realizzando ambienti e locali ricchi di gioia di vivere ispirandosi a quel luogo pervaso di storia e natura che da decenni attira vip da tutto il mondo. Infatti, l’elegante interior designer ha lasciato a Capri diversi locali che hanno catturato l’interesse delle più importanti testate come AD Capri Yacht Case e stili, Bella. Anche l’esclusivo design per gli interni di uno yacht sono nati ed ispirati alla magica isola con immagini che non solo sono arredo ma trasmettono magia , luce , vero incanto , fascino intenso.

“LE STORIE DEL VULCANO”, il primo social movie firmato dal Vulcano Buono di Nola

Storie Vulcano.jpgLE STORIE DEL VULCANO”

IL PRIMO SOCIAL MOVIE FIRMATO DA UN CENTRO COMMERCIALE, VULCANO BUONO!

 

Un film corale di gente comune che diventa protagonista.

 

 

Mercoledì 10 Ottobre al Centro Commerciale Vulcano Buono (Nola NA) avrà luogo la Conferenza Stampa e Première del primo “Shopping Social Movie” mai realizzato in un centro commerciale: “Le storie del Vulcano”.

“Le storie del Vulcano” è il risultato di una serie di fattori che si intersecano, un film corale, sorprendente, diverso da qualsiasi prodotto multimediale realizzato fino ad oggi da un Centro Commerciale: il primo shopping social movie della storia.

Il cortometraggio rappresenta un grande esperimento sociale e creativo: le persone che frequentano Vulcano Buono hanno avuto l’occasione di diventare protagonisti del grande schermo con le loro storie personali legate ad una esperienza nel centro commerciale. Questo esperimento evidenzia l’evoluzione dei centri commerciali che non sono più solo “contenitori di negozi” ma luoghi di aggregazione. Vulcano Buono, uno dei più grandi ed importanti Mall d’Italia, ha deciso di raccontare momenti e storie, attraverso un vero e proprio film realizzato utilizzando video e contenuti prodotti dai propri visitatori.

Verranno chiamati a raccolta tutti i protagonisti del cortometraggio, che vivranno l’emozione di vedersi per la prima volta, sul grande schermo, quello di “The Space Cinema” di Vulcano Buono.

Interverranno Stefano Incerti, napoletano DOC, già vincitore di un David di Donatello e regista del progetto, Mino Abbacuccio il famoso comico partenopeo e la nota trendsetter Mercedesz Henger e Gian Marco Nicelli AD del centro commerciale Vulcano Buono.

Il principale touchpoint è stato il sito lestoriedelvulcano.it dove chiunque ha avuto la possibilità di caricare un video, raccontando la propria storia vissuta nella struttura.

Ulteriori contributi sono stati raccolti nel corso di alcune giornate di street shooting nella cittadina di Nola e dintorni, oltre che nel centro commerciale, con una troupe cinematografica a disposizione di chi volesse partecipare.

Data la sua natura social e collettiva, il progetto trova sul web il suo habitat naturale con diffusione sui canali digitali del centro e promozione attraverso una strategia digital mirata all’engagement della community online. Un grande progetto crossmediale di user-generated content.

Tutti i video e i contenuti raccolti sono stati poi valutati e trasformati in racconto cinematografico dal regista d’eccezione Stefano Incerti, autore di numerosi film che hanno ottenuto un importante successo di critica. Sono stati proprio la sua sensibilità cinematografica e creatività ad aggiungere un enorme valore artistico al progetto.

L’iniziativa votata all’innovazione e costruita ad hoc sul Centro e sul suo DNA specifico, conferma senza dubbio la volontà di aprire nuove strade di respiro internazionale al marketing dei Centri Commerciali.

www.vulcanobuono.it

https://www.facebook.com/vulcanobuono/

YOGA EXPO, LA TERZA EDIZIONE, con Vincenzo D’Amato

Yoga Expo.jpg

 

Il prossimo weekend Salerno diventa quartier generale dello Yoga; 28, 29 e 30 settembre, dunque, tutti a Parco dell’Irno ed al teatro Ghirelli, ove in occasione di Yoga Expo, sarà possibile assistere, confrontarsi ma anche rendersi conto personalmente della crescita di tali filosofie. E nell’atmosfera di meditazione, oltre che godere di benessere straordinariamente genuino, vedremo protagonista, tra gli altri, Vincenzo D’Amato, dottore in scienze e tecniche psicologiche, ipnotista specializzato, responsabile nazionale del sindacato Sinape (Naturopatia – Discipline Olistiche Bionaturali). La sua partecipazione prevede l’allestimento di uno stand dedicato all’ipnosi, alla comunicazione, all’osteopatia ed al massaggio. D’Amato darà prova della validità dell’ipnosi con dimostrazioni pratiche: che cosa si può fare con questa scienza, potremo assistere direttamente all’induzione di una trance ipnotica, saremo spettatori di momenti che si preannunciano quanto mai affascinanti. Inoltre, essendo lui un esperto di comunicazione ed autore di un libro di detta tematica, venerdì 28, presso l’area “La Fornace” con inizio ore 18, terrà una conferenza dal titolo “Le chiavi della comunicazione” – dalla comunicazione verbale all’ipnosi. Yoga Expo è giunto oramai alla terza edizione, consacrandosi evento opportuno a mettere in primo piano le potenzialità della medicina naturale così come, durante il suo svolgimento verrà dato ampio spazio all’importanza dell’alimentazione. Quanti vorranno prendervi parte avranno la possibilità di accedervi con ingresso libero e lì non ci sarà altro che l’imbarazzo della scelta per conoscere a fondo la concretezza degli effetti delle discipline che verranno presentate.

 

Ecco, le nuove web series TIFOSI & LE PERMANENTI, targata VULCANO FILM PRODUZIONI

03 Tifosi & permanenti cast e regista.jpgIn onda dal 24 settembre alle ore 22,30 su Stereo5 tv canale 897

Arriva la nuova web Series TIFOSI & LE PERMANENTI targata Vulcano Film Produzioni.

Da lunedì 24 settembre con TIFOSI e martedì 25 settembre con LE PERMANENTI,  alle ore 22.30, sono pronti a diventare la prossima grande novità della Vulcano Film, una web series diretta dal regista Vincenzo Coccoli, con le acute e divertenti osservazioni dei personaggi, coinvolgenti e imprevedibili fin dall’inizio presi nella loro quotidianità.

La Vulcano Film presenterà le sue prime web series in dodici puntate e due Crossover divertenti che vi terranno compagnia fino a metà novembre in onda su Stereo 5 tv canale 897 del digitale terrestre, in streaming sul sito www.stereo5.it,  il giorno seguente YouTube e Facebook e sui canali ufficiali della Vulcano Film Produzioni.

TIFOSI racconta le vicende di tre uomini Carmelo, Roberto e Franco interpretati dagli attori Rosario Terranova, Giovanni Caso e Alfonso Balzano, che pur di seguire le partite della loro squadra del cuore, sarebbero disposti a fare qualsiasi cosa.

Il personaggio di Roberto interpretato da Giovanni Caso è un banchiere sempre gentile e disponibile, ma proprio questa sua disponibilità fa sì che suo cugino Carmelo (Rosario Terranova), siciliano, ma con la passione del neomelodico, approfitti spudoratamente di questa sua disponibilità. Franco (Alfonso Balzano), mobiliere di Febal Casa non è da meno.

LE PERMANENTI racconta, invece, la vita di tre donne Noemy, Simona e Giovanna interpretate dalle attrici Regina Mazzacano, Daniela Scognamillo e Carmela Vangone, molto diverse fra loro, ma accomunate da un unico interesse ‘’la poltrona del salone di Marco Chiocchetti”. Il personaggio di Noemy  è caratterizzato dal modo trash che ha di vestirsi ed è lei che porta la bandiera del chiacchiericcio, colei che non riesce a vivere senza, colei che dice sempre di risolvere tutti problemi ma è solo capace di fare guai, Simona e Giovanna si troveranno sempre in balia del suo carattere pazzo.

Trailer

Tifosi link Youtube  https://www.youtube.com/watch?v=IusL2CtLZm0

Le Permanenti link Youtube  https://www.youtube.com/watch?v=cJ-NI5pFubs

Per info


https://www.facebook.com/vulcanofilm.due/

Youtube: Vulcano Film Produzioni

Uff. Stampa Nicola Garofano

Mattia Cattaneo, scrittore delle emozioni. Ecco l’intervista di Italyintheworld

Mattia Cattaneo.jpgdi Giuseppe Cossentino

Mattea Cattaneo,  promettente poeta e scrittore ci racconta l’esperienza dopo alcuni libri di poesia della stesura del suo primo romanzo ” E le stelle brillano ancora” di prossima uscita… Appassionato di arte e di scrittura creativa, le parole e le emozioni sono il suo punto forte andiamo a scoprire il mondo creativo di Mattia e del suo prossimo lavoro.

Mattia, sei poeta e scrittore come nasce la tua passione per la scrittura?

La mia passione nasce dall’esigenza di trasmettere delle emozioni e condividere degli stati d’animo, dei sentimenti. Il tutto inizia precisamente dai banchi di scuola in cui mi destreggiavo nei temi d’italiano mettevo a nudo la mia fantasia. La poesia arriva più tardi, verso il 2015 e scopro un mondo vasto pieno di insidie sicuramente ma mi ha permesso di conoscere tanti altri autori che scrivono poesia e ho capito che la poesia non è morta.

Il tuo romanzo di prossima uscita si intitola ” E le stelle brillano ancora” come mai questo titolo e di cosa tratta?

E’ il mio primo esperimento di romanzo dopo tre libri dedicati alla poesia, sempre in costante evoluzione. Anche qui troverete molto di poetico nonostante sia un romanzo. Il titolo mi è venuto così per caso, dopotutto nel cielo le stelle continuano a brillare e anche noi dobbiamo farlo nonostante le avversità della vita e nella fattispecie nella vita della protagonista del romanzo, Elsa, una giovane laureata in giurisprudenza che dovrà fare i conti con il passato. E’ la storia di due donne, nonna e nipote, che si incontrano dopo tanto tempo nella fattoria dell’anziana donna nel Mencleburgo, in Germania. Un passato importante e un segreto che verrà affrontato andando a ritroso nel tempo durante la divisione del paese per il Muro di Berlino, ricercando e riscoprendo sé stessi, i propri errori, e la propria volontà di vivere la vita. Un romanzo di riconciliazione, d’amore, ascoltandosi e ascoltando la natura che ci accompagna brillando, proprio come le stelle, nella nostra esistenza.

Mattia Cattaneo 2

Quali messaggi vuoi dare attraverso la scrittura?

I messaggi variano a seconda di ciò che uno vuole scrivere: dalla speranza all’amore, al non arrendersi mai, a coltivare un sogno e renderlo poi concreto. La scrittura è uno strumento importante e va valorizzato sin dalla scuola. Scrivere ci permette di arrivare ovunque. Un tuo sogno nel cassetto? Bella domanda, un sogno sarebbe quello di realizzare una lettura teatrale con l’amico attore e poeta Carlo Arrigoni e l’attore e regista Fabio Mazzari.

Preferisci scrivere a penna o pc?

Al pc, mi permette di scrivere velocemente senza fare pasticci nella correzzione come invece lo sarebbe con la penna.

Progetti futuri!?

Nessuno in particolare. Continuare a scrivere e vedere dove mi porterà tutto questo.

James La Motta, incanta Venezia con il nuovo lavoro cinematografico ” Stendhal”

 

James La Motta, non si smentisce dal successo del radiodramma ” Passioni Senza fine 2.0″,  di cui è l’actor coach e nel cast principale,  ne colleziona un altro sbarcando per il secondo anno consecutivo alla Mostra del Cinema di Venezia con un nuovo ed originale lavoro cinematografico. Nel contest cinemadamare edizione 2018 ideato dal giornalista della La7 Franco Rina. Il regista, attore e sceneggiatore napoletano,   La Motta nella tappa di Napoli ha realizzato il suo corto dal titolo Stendhal che è arrivato alla 75 esima Mostra del Cinema di Venezia fuori concorso proiettato nella sala Pavillion spazio Cinecittà. Lo short movie è stato girato all’interno del Museo Archeologico di Napoli il Mann il 23 Agosto giorno del compleanno dello stesso regista che per il secondo anno ritorna a Venezia. Un lavoro che rappresenta un mush up di presente e passato dove il presente sono tre anime fanciullesche che ridono, giocano e prendono vita e corpo, in corpi marmorei che hanno fatto la storia. Il corto di La Motta vede protagoniste le tre attrici Clara Benador, Federica Pirone, Cristina Alby che insieme a lui in 3 ore hanno rivoluzionato il museo creando uno spettacolo per i visitatori che attenti e curiosi hanno seguito scena dopo scena,nascondendosi tra le statue per non farsi scorgere dalla macchina da presa. E immancabilmente accanto a La Motta il suo elemento che lo ritroviamo ormai in tutti i suoi lavori, la corda un simbolismo che lo caratterizza da tempo. Stendhal un omaggio che il regista La Motta vuole fare allo scrittore. Perché ci racconta che quando si trova in un luogo o in un museo ama perdersi e lasciarsi catturare da tutto ciò che lo circonda fino a vivere nell’immensità dell’arte che lui stesso ama definire come nella chiusura del corto Stendhal L’arte è di tutti ma non per tutti.