Mirko Stella, cantante ricorda il mito Maradona con la sua potente voce

Qualche settimana fa ho ricevuto una chiamata un mio amico e non solo amico mi parla della morte di Maradona.

Poi mi dice ascolta: 

“Addios Maradó” nun ir u giocatore ma piezz è sta città. 

Queste le prime parole che mi rimangono impresse della sua canzone su Maradona.

Mirko Stella canta da anni ormai.

Tante trasmissioni su reti regionali, album alle spalle, collaborazioni con tanti artisti.
Da anni non solo cantante, ma anche autore. 

Infatti questa bella canzone è una poesia del cuore, così la definirei ed è stata scritta dallo stesso Mirko mentre al piano abbiamo Silvio Visconti, la grafica è di Figli del Vesuvio e le foto e il video sono di Salvatore Architravo.

Il video in pochi minuti della canzone “Addios Maradó” diventa virale, fa un boom di visualizzazioni e non solo anche di condivisioni.

Un numero veramente sbalorditivo che lascia il cantante senza parole.

Lui ama Napoli profondamente come tutti i napoletani. Sembra quasi di aver perso uno di famiglia.

Il cantate dopo la notizia ha dedicato la  canzone e il video al “Dio del Calcio”, dopodiché si è recato quasi come in pellegrinaggio  con felpa e mascherina creata da Figli del Vesuvio allo stadio e non solo rispettando le regole COVID-19 imposte dallo stato andando in giorni ed ore permesse. 

Questa canzone resterà immortale perché decanta l’amore che un ragazzo può aver per un calciatore che ha segnato un riscatto per questa terra, tanto amata ma allo stesso tempo tanto martoriata. Ed è diventata ormai quasi un inno da dedicare ad un Re che ha regalato tanto a questa città. 

Complimenti Mirko non ci deludi mai e noi ti teniamo d’Occhio.

Ecco il link di pubblicazione della canzone che potete ascoltare:https://youtu.be/ppfB081cLsM

Giuseppe Nappa 

SOURCE OF EMOTIONS E L’ASSOCIAZIONE VITTIME RIUNITE D’ITALIA INSIEME CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA SULLE DONNE

Quest’anno, e precisamente mercoledì 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’associazione Source of Emotions, guidata dal regista, attore e sceneggiatore James La Motta e dall’Associazione Vittime Riunite d’Italia, guidata dal Presidente Angelo Bertoglio, saranno i promotori di un ‘importante iniziativa mai realizzata prima. Si svolgerà infatti l’evento “Maratona Social Donne: ogni giorno e per sempre”. La “maratona ” andrà in diretta su diverse pagine social a partire dalle ore 14.00 sino alle 00.00 diviso in tre blocchi (14/17-18/20-21/00.00) con molti ospiti sia del panorama artistico che istituzionale che porteranno un messaggio contro la violenza sulle donne. Saranno presenti: cantanti, attori, psicologi, avvocati, vittime di violenza, sociologi, criminologi, psichiatri , rappresentanti delle forze dell’ordine e rappresentanti istituzionali, quali sindaci, assessori e cariche parlamentari a tutela di tutte le vittime di violenza. Ancora una volta, dopo molte altre importanti e precedenti iniziative svolte in Italia, l’associazione Source Of Emotions e l’Associazione Vittime Riunite d’Italia, si mettono insieme per realizzare evento unico e a divulgazione nazionale , proprio nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Un impegno comune per rilanciare ancora una volta il messaggio di sensibilizzazione a tutela e sostegno delle “Vittime” , ed urlare “basta” alla “Violenza sulle donne”.

TV – THE COACH PARTE LA TERZA EDIZIONE DEL TALENT SU 7 GOLD

RIPARTE IL TALENT ” THE COACH” SU 7 GOLD

E’ tutto pronto per la partenza della terza edizione di The Coach, in onda su 7Gold da lunedì 12 ottobre 2020 alle 19.00. 140 puntate, nuove di zecca, che verranno trasmesse dal lunedì al venerdì. Confermata alla conduzione la bravissima Agata Reale, che ancora una volta affiancherà sia i concorrenti e sia i coach, protagonisti del racconto del talent show, in un percorso di crescita artistica, ma anche personale.

La struttura del programma è rimasta pressoché invariata: dopo la fase Academy, utile ai produttori per scoprire le personalità che faranno parte del cast, verranno infatti formati cinque team, ognuno dei quali potrà contare sul supporto e l’aiuto di tre coach, scelti anche loro attraverso i casting. Nella fase finale, quella in cui si sfideranno le varie squadre, saranno poi dei giurati d’eccezione a giudicare le varie performance: la coreografa Maura Paparo, l’attore Massimiliano Varrese, le cantanti Jane Ndubuisi e Bianca Atzei. Completerà il quintetto Davide Franconeri, il coach vincitore della scorsa edizione.

Prodotto da Jtl Production e Antares Film, The Coach è stato interamente registrato la scorsa estate, motivo per cui i produttori Luca Garavelli e Marco Zarotti hanno già avuto la possibilità di anticipare al pubblico che saranno tanti gli eventi che caratterizzeranno la narrazione delle nuove puntate, che avranno ciascuna una durata di circa 21 minuti. In fase di preparazione, sono state ovviamente seguite le procedure in materia di Covid 19, per garantire la massima sicurezza a tutti i partecipanti della trasmissione.

Compito di The Coach sarà ancora una volta quello di dar lustro ai vari artisti, ma soprattutto alla figure dei coach, che spesso passano in secondo piano negli show del genere. Sarà quindi una nuova occasione per conoscere altri maestri capaci di creare arte, con i loro preziosi consigli, pur restando dietro le quinte.

Vincent Riotta, attore internazionale nella pellicola ” Divorzio a Las Vegas

È conosciuto in Italia per le sue molteplici interpretazioni in serie tv e film di successo, tra cui quella di Tommaso Buscetta nella celebre Il Capo dei Capi. Insignito nel 2017 del premio internazionale artistico e cinematografico Vincenzo Crocitti nella categoria” Carriera Internazionale”, Riotta è nato a Londra ma le sue origini sono tutte italiane, visto che i suoi genitori erano originari della provincia di Caltanissetta. Una carriera che si è estesa tra la natale Inghilterra, l’amata Italia e gli Stati Uniti, che porterà Vincent Riotta, da giovedì 8 ottobre, nella sale cinematografiche italiane con la commedia, diretta da Umberto Carteni, Divorzio a Las Vegas. Un set che ha riportato l’uomo nello Stato del Nevada, dove era stato in altre occasioni. Una nazione, l’America, dove spera di tornare presto per fare grandi cose. 

“Giampaolo Morelli, Andrea Delogu, Ricky Memphis e Gianmarco Tognazzi, con cui ho avuto la fortuna di lavorare in Divorzio a Las Vegas, sono delle persone fantastiche, così come il regista Umberto Carteni, che è molto acuto e buono, oltre che alla mano. Mi hanno fatto sentire a loro agio ed insegnato anche i trucchi che si devono mettere in pratica per portare in scena un commedia, che a differenza di quello che si può pensare è un prodotto davvero difficile. La trama presenta già una situazione esagerata, quindi gli attori devono cercare di non essere troppo sopra le righe. Soltanto così la pellicola risulta veritiera. Spero in futuro di tornare a lavorare in un prodotto del genere”. 

Riotta ha ricordato inoltre le giornate frenetiche, per via del lavoro, ma divertenti passate insieme ai suoi compagni.

Anche se non mi piacerebbe vivere a Las Vegas, a causa del modo di vivere superficiale che si respira lì, devo dire che mi sono divertito da morire ogni giorno. Noi attori siamo stati trattati molto bene da tutti i membri del team produttivo. Ho trovato, infine, decisamente affascinanti i giorni che abbiamo passato nel Nevad Desert. E’ stata una bella scoperta”.

Primo Ciack per La Luna Bugiarda, dal romanzo di Angela Mori con la Regia di Marco Ferrara

In data 27 Settembre 2020 parte il primo CIAK per il film “La Luna Bugiarda”, un progetto nato dal romanzo della poetessa Angela Mori, autrice di poesie e vincitrice di diversi premi.

Con la regia di Marco Ferrara (direttore Sikania Network – Produzione cinematografica)l’assistente di produzione Antonella Barbera e la fotografia di Marco Sbezzi (MRC88 PHOTO & DESIGN) si da inizio ad una sessione di riprese lungo diversi comuni e patrocini esclusivamente siciliani, oggi con  il primo CIAK al Castello Normanno di Acicastello.

Con un fantastico cast di attori (tra cui anche attori teatrali): Jiaire Giuffrida, Giuseppe La Rocca, Francesco Puglisi, Nuccio Anastasi, Maria Maugeri, Rosaria Ventura, Nunziata Blancato, Antonella Barbera, Carmelo Incardona, Angelo Cutispoto, Concetta Lombardo.

Le musiche composte dal maestro Emilio Valvo e curati dalle mani del Trucco/Parrucco Arte del Benessere (Di Desiree Cardullo) & Talento Parrucchieri.

Il Film è ambientato nel lontano 1900, una storia d’amore shakespeariana impossibile tra nobili e ricchi dando valore e immagine alle bellezze della terra siciliana.

Restate aggiornati per lo sviluppo del progetto.

(In allegato foto di MRC88 Photo & Design)

AL VIA MI AMOR SOAP SU DONNA TV

Al via Mi amor soap, il primo programma interamente dedicato al mondo delle soap operas che hanno fatto la storia della tv.

Dal 27 settembre su Donna tv (canale 62 del Digitale terreste) alle ore 17,00 parte questo interessante talk condotto da Daria Graziosi e Salvatore Sposito-

Sarà un contenitore di interviste, news, curiosità, ricordi di Sentieri, Vivere, CentoVetrine, Incantesimo, Capitol, Quando si ama e Santa Barbara.

Mi amor soap svelerà i retroscena e racconterà gli aneddoti e la storia delle soap che hanno conquistato milioni di telespettatori e sono ormai negli annali della tv e nella memoria del pubblico .

Ad essere coinvolti come ospiti ci saranno Maria Macina, Producer Italo americana di Sentieri, Emanuela Tittocchia, volto di Centovetrine , Fabio Massimo Bonini che ha interpretato il doppio ruolo di Mantegna e Piersanti a Vivere, e Vincenzo Bocciarelli nel cast di serie famose come Incantesimo, Il bello delle donne, Orgoglio e Cinecittà nel corso delle prime puntate in preparazione a Milano in questi giorni negli studi di Donna tv.

Nato da un’idea di Sante Cossentino, giornalista pubblicista esperto di soap e fiction anche a livello internazionale , il programma si avvarrà dell’apporto di altri addetti ai lavori , per tutti gli amanti delle soap e della lunga serialita’ rimasta nel cuore del pubblico televisivo.

Mi amor soap sarà replicato più volte nel palinsesto di Donna tv e sarà anche visibile sul portale dell’emittente.

Curiosità , backstage , immagini esclusive saranno inoltre disponibili anche su tutti i canali social Facebook , Twitter e Instagram di Donna tv .

Paco De Rosa vince il Vegas Movie Awards come miglior attore

Paco De Rosa continua ad accumulare prestigiosi premi, grazie alla sua interpretazione nel film: “Ed è subito sera”, che questa volta gli è valsa la statuetta del Vegas Movie Awards ™ (VMA) come miglior attore.

L’artista partenopeo, dopo aver vinto il premio come miglior attore drammatico al Best Actor Awords di New York, dopo aver ottenuto il premio come migliore attore al Los Angeles Film Awards (LAFA) e dopo aver vinto l’Actor Award di Los Angeles come miglior attore drammatico porta a casa il quarto premio su quattro candidature.

Premio vinto grazie alla sua performance nel film che racconta, in chiave romanzata, le ultime settimane di vita di Dario Scherillo, vittima innocente di camorra.

Il Vegas Movie Awards ™ (VMA) è una prestigiosa competizione cinematografica a cui partecipano registi di tutto il mondo, che vanta una giuria internazionale e che ha sede a Las Vegas.

Paco De Rosa è stato selezionato tra 165 attori all’interno della categoria premi d’eccellenza della kermesse cinematografica, che ha sede a Las Vegas e che vanta una giuria internazionale.

Tra i vincitori del premio, negli anni passati, spiccano i nomi dei premi Oscar Marista Tomei e Minni Driver oltre al notissimo William Baldwin.

Ed è subito sera si è anche aggiudicato il premio come miglior film.

Vincere ancora un premio per questa interpretazione, la più intensa della mia carriera fin ora, è una grande responsabilità! Ora mi toccherà dare il massimo per non deludere chi mi segue e per continuare a dare soddisfazioni a chi ha sempre puntato su di me, in primis la mia famiglia– racconta emozionato Paco De Rosa

Anche questo premio lo dedico alla mia famiglia, a Dario Scherillo– conclude poi– e a tutte le vittime innocenti delle mafie.”

LUCA BIAGINI NEL FILM ” LA VACANZA

Il celebre attore e doppiatore Luca Biagini, voce italiana di Eric Forrester e per tanti anni Edoardo Della Rocca in Centovetrine, dal 3 settembre sarà in tutte le sale cinematografiche con il film La Vacanza, diretto da Enrico Iannaccone. Insieme a lui, faranno parte del cast Catherine Spaak, Antonio Folletto, Carla Signoris e Veruschka, modella tedesca molto famosa negli anni ’70.

“Nella pellicola vengono illustrate due infelicità: la prima è quella di Catherine Spaak, che interpreta mia moglie, ossia un ex magistrato che, però, ha cominciato ad avere problemi di memoria legati al sopraggiungere dell’Alzheimer. Questa donna si allontanerà dunque dalla famiglia per raggiungere un’amica, interpretata da Veruschka. Si rifugerà in una piccola spiaggia, dove avrà modo di incontrare un giovane disadattato, reduce da una relazione, che ha concluso per via dei suoi problemi con l’alcool. Come dicevo, queste due infelicità dunque si incontreranno; nascerà tra loro una grande amicizia, nonostante la loro differenza d’età”. 

Un ruolo che rafforza il sodalizio tra Biagini e il regista Iannaccone, vincitore nel 2013 del David Di Donatello per il miglior cortometraggio. 

Enrico Iannaccone, quando ancora non lo conoscevo, ha fatto sì che ricevessi una sua sceneggiatura, scritta proprio pensando a me. Al centro della scena c’era un uomo di cinema con carisma e potere, dall’animo intellettuale molto tormentato. In seguito, ho avuto l’opportunità di parlare direttamente con lui, che mi considerava un attore della televisione e del cinema della mia generazione molto importante. Da lì è nata un’amicizia, che ha reso possibile il mio coinvolgimento ne La Vacanza. Per quanto riguarda il film di cui accennavo inizialmente vedremo, invece, se riusciremo a girarlo. Penso che Iannaccone sia un giovane molto intelligente e affettuoso con una grande cultura; tra di noi si è instaurata un’amicizia vera. Penso mi abbia conosciuto, da adolscente, grazie a Centovetrine, dove sono stato Edoardo Della Rocca dal 2005 al 2008”.

In questi mesi, Biagini è inoltre impegnato con l’apertura della Babi Production, la casa di produzione teatrale che gestisce insieme a sua moglie Barbara Lo Gaglio. 

Nella nostra casa di produzione teatrale, abbiamo tra gli obiettivi principali anche quello di fare attività didattica. Per tale ragione, abbiamo preso un teatro a Roma e faremo sia corsi di doppiaggio, sia di teatro. Oltre ai laboratori di drammaturgia teatrale, utilizzeremo pure i Muppets per lavorare con i bambini”.

Una carriera, quella di Biagini, che è passata anche attraverso il doppiaggio.

Il doppiatore deve essere un attore in grado interpretare ruoli e personaggi diversi; bisogna che si metta al servizio dell’artista che sta doppiando in quel momento. Deve avere un giusto mix tra tecnica attoriale e tecnica specifica del doppiaggio. Il doppiaggio è una grande scuola; ti fa mettere sempre in gioco, non ci sono limiti. Il doppiatore è un fedele interprete di quello che l’attore, che gli ha dato vita anche con il corpo, ha cercato di portare al pubblico”.

Volto noto di tante fiction, tra cui Sacrificio d’Amore, Ris, Padre Pio – Tra Cielo e Terra e Solo per Amore, Luca ha ancora un ricordo indelebile del perfido Edoardo Della Rocca, il tycoon che ha interpretato in Centovetrine. 

Mi sono molto divertito a interpretare Edoardo. Sono stato sul set per 3 anni e mezzo, ma è come se avessi fatto quindici o venti film da protagonista. Sono state tante le di scene che ho girato e, nel frattempo, sono successe anche tante cose. La considero un’esperienza molto importante, che mi ha fatto crescere professionalmente come attore. CentoVetrine mi ha inoltre regalato l’affetto e la stima del pubblico. E’ un peccato che sia stata chiusa con tutte le storyline ancora in sospeso”.

A partire da novembre, Luca Biagini sarà nel cast di un’importante fiction Rai. 

“Non posso dire tanto a tal proposito. E’ una co-produzione internazionale su cui la Rai punta parecchio. Se tutto andrà per il verso giusto andrà in onda nell’autunno 2021 in 6 prime serate”. 

” A FACCIA TOJE” LA HIT ANTIVIRUS DELLA CANTANTE NUNZIA FERRI SPOPOLA SU INTERNET

NUNZIA FERRI RACCONTA LA SUA BATTAGLIA CONTRO IL VIRUS AL SUO PUBBLICO E LO FA CON UNA SIMPATICA CANZONE

Nunzia Ferri cantante napoletana e verace, molto simpatica al pubblico. Una donna molto carismatica e conosciuta tra i vicoli e le belle piazze di queste meravigliosa: Napoli. La Ferri ha inciso ben undici album.Il suo repertorio è fatto di canzoni simpatiche, movimentate che raccontando momenti di vita vissuta, attraverso quella vena di ironia che la distingue da anni.Tanti sono stati gli applausi per lei nei suoi lunghi anni di carriera con “ ‘O ballo d’é chiattone” di V. Costabile – A. Costa, la Ferri arriva ospite a “Pomeriggio Cinque” da Barbara D’Urso su canale 5,  poi partecipa ad Italian’s Got Talent.E poi cosa succede pochi mesi fa anche lei è stata vittima di questo brutto virus, entrato nel suo corpo all’improvviso e con voracità.Nunzia Ferri inizia un periodo molto difficile e complicato della sua vita… Lontana dai suoi nipoti e dagli affetti più cari!Non si è mai arresa e con grande forza ed tanta ironia ha deciso di cantare una bella canzone che sta già spopolando sul web, scritta da Piero Palumbo e Tony Aprile per la stessa Ferri.La canzone si intitola “A Faccia Toie”.Questa melodia vuole essere un motto per dire che nonostante tutto la cantante è viva ed ha sconfitto il virus. La Ferri vuole lanciare anche un messaggio di positività “ dal virus ci si può salvare, però non bisogna mai perdere di vista il fatto che è ancora presente e quindi bisogna ancora usare le regole”.Suo grande desidero dopo esperienza covid e essere nuovamente ospite  nel salotto nazionale di Barbara D’Urso e poi anche da Mara Venier perché attraverso la rete nazionale vuole portare la sua canzone e il suo ottimo a tutte le persone che hanno sofferto in questo periodo e soffrono ancora.

Articolo a cura di Giuseppe Nappa

Adriano Fumagalli, attore si racconta ai lettori di Italyintheworldwebzine

Adriano FumagalliUn passato da stella del cinema hard  a livello internazionale  sino ad intraprendere la strada di attore tradizionale dividendosi tra cinema e tv con piccoli e importanti ruoli. Oggi è anche presentatore. Abbiamo il piacere di ospitare per ItalyintheWorld, l’attore Adriano Fumagalli.

 Come inizia la tua carriera artistica?
Inizio, la mia carriera per caso con un lungo trascorso glorioso nel mondo del cinema hard, che mi ha dato la possibilità di essere intervistato  dalla Rai tra i primi attori del settore. Ho lavorato con  Moana Pozzi. Mi sono fermato per quattro anni per un brutto male per poi ricominciare a lavorare nello spettacolo, ho girato film ed oggi faccio anche il presentatore.

 I tuoi registi italiani preferiti o con i quali ti piacerebbe lavorare?

Ho lavorato con tanti registi italiani famosi, tra cui Michele Placido. Ci sono diversi con cui mi piacerebbe lavorare e che stimo come   Guadagnino, qualsiasi produzione mi va bene, anche piccoli ruoli da caratterista.  Però, sicuramente mi sarebbe piaciuto lavorare con Fellini!

Invece attori e attrici italiane?
Come attore italiano mi piace molto Valerio Mastandrea con cui ho lavorato nel film ” Io tu e David candidato nel 2017 ai David Di Donatello. Tra gli attori prediligo Favino! Tra le attrici italiane, l’indimenticabile Virna Lisi, tra le nuove la Capotondi.

Cosa pensi di questa Pandemia mondiale a causa del Covid 19?

Non credo molto in questa Pandemia, la considero piu’ una manovra per uccidere il mondo,  La politica non mi interessa. Voglio solo che passi tutto al piu’ presto e si torni alla normalità.

Progetti futuri?
Aspettiamo la fine del Covid 19, bisogna migliorarsi  e  mai mollare soprattutto nel mondo dello spettacolo che è un percorso ad ostacoli…