Il respiro della natura nelle illustrazioni di Serena Leone

Leone

Il respiro della natura nelle illustrazioni di Serena Leone

di MARCO ADDATI

L’ispirazione è ovunque per Serena Leone ed è fondamentale per la sua forza creatrice ritrovandola in ogni immagine ma anche nelle azioni che giornalmente compie come una passeggiata, ascoltare musica oppure osservare la natura che la circonda. “A volte l’ispirazione o l’idea arriva da sola, inaspettata, mentre altre volte non c’è e in questi casi la cosa migliore è distrarsi e fare qualcosa di diverso”.
Classe 1990 vive a Manduria provincia di Taranto nella zona conosciuta come Salento, un posto bellissimo, e come lei stessa ci confida, molto legato alla natura, alle tradizioni, alla vita tranquilla e genuina. “Il mare è il nostro Paradiso e anche la terra è ricca di vita, il Sole splende sempre; bisognerebbe però valorizzare di più quello che abbiamo e aprire la mente ai nuovi linguaggi e alle nuove possibilità che oggi ci sono, per unire la tradizione all’innovazione e dare nuova linfa e occasioni di sviluppo, quello sano”.
In quest’ambiente nasce e matura la sua passione per l’arte sviluppando uno stile “poliedrico” che le permette di spaziare da disegni in bianco e nero in cui prevale il segno della penna sul foglio bianco, fino a creare delle texture o delle linee sinuose, a illustrazioni vivaci e colorate con acquerelli, pastelli, tempere e altri materiali e tecniche.
Frequenta il Liceo Artistico di Manduria con indirizzo “Scultura e discipline plastiche”, del corso Michelangelo. Successivamente, l’Accademia delle Belle Arti di Lecce, seguendo il corso di Editoria d’Arte (Grafica) e conseguendo il Diploma Accademico di 1° livello.
Oltre al disegno scrive poesie. Attualmente è in corso una collaborazione con la casa editrice “Nuvole di Ardesia”(NdA) per una pubblicazione (che sarà disponibile dapprima in una versione digitale) all’interno del progetto editoriale “Comic South” ossia una collana dedicata al Sud, ai giovani talenti e alle nostre radici. Il compito di Serena è stato quello di realizzare le illustrazioni per un racconto che riguarda storie e leggende della cultura napoletana e che presto sarà disponibile sul web.

Da quanto tempo disegni?

Praticamente da sempre. Sin da piccola mi piaceva disegnare, colorare, inventare qualcosa, creare fumetti e lavoretti vari. Ho sempre portato avanti questa passione, integrandola poi anche con gli studi.

Come descriveresti le tue illustrazioni?

Credo di avere uno “stile” poliedrico, e per ciascun lavoro, in base al risultato che si vuole ottenere, si sceglie la tecnica più adatta e che maggiormente può valorizzare quell’idea e quei contenuti. Non mi “fossilizzo” su uno stile compositivo, ma preferisco sperimentarne sempre di nuovi, imparando qualcosa in più o perfezionando di volta in volta quello che è già appreso. La manualità, il segno sinuoso o tratteggiato è probabilmente il mio punto di forza, ma c’è ancora tantissimo da imparare e da scoprire. Anche nel caso del digitale, che offre un’ampia gamma di tecniche e soluzioni diverse, bisogna sempre confrontarsi con se stessi e con le proprie capacità, mettersi ogni volta in gioco.
Il disegno a corredo di quest’articolo, ad esempio, è tratto da una serie tematica dal titolo “Natura e Tecnologia”, questo lavoro è realizzato su cartoncino bianco, con penne nere di diversi spessori. L’idea è di rappresentare diverse tavole per questa tematica attuale e questi due aspetti che a volte si scontrano e altre si incontrano. Riflettere su come la tecnologia sta modificando giorno per giorno le nostre vite e l’ecosistema, e sui danni causati alla natura dall’inquinamento, dalla cementificazione, dallo sfruttamento estremo del territorio e delle risorse (ecc). È un tema che offre diversi spunti di riflessione sia dal punto di vista sociale, che da quello della composizione grafica dei panorami quasi apocalittici e surreali e la ricchezza di elementi e dettagli. Rigorosamente in bianco e nero, si accostano zone di luce a zone di ombra e mezzi toni, creando un particolare effetto grafico che sottolinea appunto la dicotomia che dà il titolo a questo progetto.

Ti ispiri a qualche artista?

Al momento non mi ispiro in particolare ad un artista o corrente artistica, posso dire però che il grande (e compianto) illustratore italiano Sergio Toppi è un punto di riferimento da cui imparare molto, ma certo non l’unico.
Artisti e creativi da ammirare ce ne sono tantissimi e da ciascuno si può imparare qualcosa, basta saper osservare e poi sperimentare tanto, senza paura di sbagliare, perché anche gli errori fanno parte del percorso di crescita e sono importanti. Inoltre, guardarsi intorno è sempre utile ma prima di tutto bisogna guardare a fondo dentro se stessi, perché tutto parte da lì.

E’ facile, con i nuovi mezzi di comunicazione farsi conoscere?Leone2

Nulla è facile e nulla è scontato, ma se si vuole qualcosa e ci si impegna, si possono ottenere buoni risultati, in tutto. La visibilità è solo un punto di partenza, e non di arrivo; certo è importante farsi conoscere e oggi ci sono diverse occasioni per poterlo fare, ma per gli artisti quello che più conta è la propria crescita interiore, che non sempre procede di pari passo con la visibilità.

Il tuo sogno nel cassetto?

Beh, i sogni sono il mio pane quotidiano, ma un “sogno nel cassetto” sarebbe quello di poter lavorare nel settore dell’illustrazione (magari rivolta all’infanzia) o comunque trovare un lavoro che dia spazio alla mia creatività, che è forse la cosa che mi riesce meglio e che più mi appartiene.
Troverete altri lavori e potrete restare aggiornati sul percorso di Serena Leone, seguendo le seguenti pagine web:

https://www.facebook.com/serenaleoneartpage
https://www.facebook.com/serena.leone.359
https://www.flickr.com/photos/115672265@N04/
https://www.behance.net/SerenaLeone90
https://twitter.com/serenaleone90
http://serenaleone90.blogspot.it/
https://www.flickr.com/groups/2539150@N20/

Annunci

Pubblicato il 5 dicembre 2015 su Arti figurative, Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: