Intervista a Vincenzo Catapano, attore protagonista e autore della webseries ” Quello Che Vedo”

Vincenzo Catapano New

Nella foto, l’attore Vincenzo Catapano

Di Sante Cossentinio

Vincenzo Catapano e’ un giovane attore protagonista della web series sull’autismo ‘Quello che vedo’ diretta da Maurizio Casagrande e che vede nel cast anche Fabio Fulco.
Come ti sei preparato al ruolo di Filippo ?
Interpretare Filippo è stato per me un percorso importante cominciato un po’ di mesi fa quando insieme a Maia e Laura, le altre autrici del testo, cominciammo a fare visita al centro Neapolisanit di Ottaviano per conoscere da vicino questa patologia, di cui se ne sa
molto poco, per poi scrivere la sceneggiatura.
Nonostante mi fossi documentato sul tema la mia vera preparazione sul personaggio è cominciata quando ho cercato di creare una relazione, un ponte comunicativo con uno di questi ragazzi.
In quel momento è scattato qualcosa dentro di me che mi ha fatto capire che il personaggio di Filippo stava nascendo e che quella era la strada giusta per farlo crescere.
All’inizio non è stato per niente semplice perchè non sapevo come comportarmi nella relazione, ero impacciato nel tentare una comunicazione con loro, non sapevo come reagire alle loro domande,ai loro comportamenti, oppure al loro modo di comunicare ma solo quando mi sono lasciato andare e ho iniziato a comportarmi normalmente è cominciata la mia vera preparazione.
Sono stato a contatto con ragazzi autistici più o meno della mia età, tutt’ora ci sono a contatto e tornerò a trovarli anche dopo la fine delle riprese perchè questo mondo mi ha rapito, questi ragazzi mi hanno catturato, ragazzi belli e intelligenti, alcuni dei quali fanno delle cose che ti lasciano increduli; Danilo ad esempio dopo avergli comunicato la mia data di nascita mi ha saputo dire con rapidità che giorno della settimana fosse e così come con me con chiunque altro. Sono dei ragazzi che purtroppo, però, hanno una difficoltà nel comunicare, che utilizzano un canale di comunicazione che non è il mio, che non è il nostro.

Come e’ andata sul set con due artisti navigati come Casagrande e Fulco ?Vincenzo Catapano new2
Sul set è andata benissimo, si respirava un’atmosfera serena. Mi sono sentito dal primo momento a mio agio. Maurizio è una persona sensibile, molto precisa e anche dietro la macchina da presa ha sempre la battuta pronta per farti sentire a tuo agio. E lo stesso Fabio è un artista che stimo, molto bravo e anche con lui dal primo momento si è subito creata una sinergia che mi ha aiutato a creare quel rapporto tra padre e figlio che dovevo interpretare.
Sia Fabio che Maurizio sono delle persone generose artisticamente parlando e umili, ironiche ma allo stesso tempo molto professionali e questi sono gli ingredienti giusti, a mio avviso, per lavorare con serenità.

Vincenzo Catapano Fabio Fulco.jpg

Una scena della Web Series ” Quello Che Vedo” con Fabio Fulco e Vincenzo Catapano

Ci riassumi le tappe della tua giovane carriera ?
La mia giovane carriera parte dal teatro che rappresenta sicuramente una prima tappa fondamentale del mio percorso lavorativo attoriale poi ho cominciato a scrivere e a mettere in atto un po’ di idee che avevo realizzando dei cortometraggi, alcuni dei quali in finale in diversi concorsi, fino ad arrivare alla realizzazione di questo progetto; progetto a cui tengo tantissimo, progetto a cui c’ho dedicato davvero tanto, progetto che mi vede coinvolto a 360 ° essendo sia tra gli attori protagonisti sia tra autori della sceneggiatura.

Sogni e obiettivi ?

I sogni nel cassetto non si svelano posso solo dire che sono sulla giusta strada e che sto lavorando affinché si realizzino; questo è solo un tassello del grande e straordinario puzzle.
Tra i miei obiettivi c’è sicuramente quello di divulgare e diffondere la web serie “Quello che vedo”. Mi auguro che piaccia e soprattutto che sensibilizzi e aiuti a far comprendere quello che è uno dei disturbi neurologici più invalidanti ma di cui purtroppo si parla ancora poco a causa di superficialità e pregiudizi, ovvero l’autismo.

Annunci

Pubblicato il 2 aprile 2016 su Intervista, Senza categoria, Web. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: