Archivio dell'autore: italyintheworldredazione

Le nuove sfide di Ludovica Nasti

Ludovica Nasti

 

Tanti progetti per Ludovica Nasti, lanciata dalla serie cult L’Amica Geniale attualmente in onda su Rai 1 . E la giovanissima attrice continua a far parte del cast della soap opera di Rai Tre Un Posto al Sole, ma si dedicherà ad altri nuovi impegni. Ludovica sarà infatti una delle protagoniste dell’ultimo film di Marcello Sannino, intitolato Rosa Pietra e Stella, e il volto di due cortometraggi: Il Nostro Nome è Anna, incentrato sulla storia di Anna Frank e diretto da Mattia Mura, e Fame, con la regia di Alessio Nuzzo e con al centro della scena la città di Napoli. I lavori della Nasti non finiscono qui: oltre ad apparire in alcuni flashback della seconda stagione de L’Amica Geniale, la ragazza ha deciso di lanciarsi nel mondo del canto grazie a Qualcosa di Geniale, scritta da Ornella Della Libera e Gino Magurno, dove quest’ultimo è anche autore della musica. Il brano è già disponibile su tutte le piattaforme digitali ed è un inno all’amicizia che si pone come obiettivo quello di trasmettere i valori legati alla stessa. Infine, nei prossimi mesi, uscirà il primo libro di Ludovica Nasti, il cui titolo è ancora top secret. Si preannuncia un 2020 super per la giovane artista. Insomma una star a dir poco geniale che vive un momento d’oro e meritato , sempre supportata dalla sua splendida famiglia .

L’ INCONTRO, AD ARIANO IRPINO, IL LUOGO DEL BENESSERE

Spa IncontroCi sono posti che vanno scoperti e vissuti con la SPA all’interno della struttura alberghiera L’incontro ad Ariano Irpino
L’Incontro Spa è un luogo dove ritrovare il benessere e riscoprire l’armonia tra mente e corpo. Un insieme di piacevoli sensazioni che favoriscono un completo relax. I clienti potranno accedere al Percorso Benessere in un’ area dedicata al relax e alla cura del corpo divisa su due piani. Al piano inferiore si trova l’Acqua SPA, con piscina interna riscaldata, vasca idromassaggio, percorsi vascolari a temperatura differenziata, un’attrezzatissima zona umida con Sauna Finlandese, Bagno Turco e, mentre al piano superiore , la Design SPA, dove si trovano le cabine per massaggi e trattamenti estetici, la Stanza del Sale, la Vasca di Galleggiamento, la Postazione Trucco, la zona Suite SPA ( bagno turco, idromassaggio e cabina per massaggio di coppia) e la zona Relax con servizio Tisaneria. Le mani esperte delle  estetiste e massaggiatrici si prenderanno cura di chi deciderà di provare questa esperienza di assoluto benessere, da provare il trattamento al cioccolato, il trattamento champagne e petali di rosa, il trattamento olio “ravece” o ancora trattamenti speciali per la coppia, per la mamma e tante altre sorprese. All’interno del Beauty Center, lavora personale qualificato e specializzato capace di far esaltare la bellezza e liberare tutti dalle tensioni quotidiane. La palestra del Complesso INCONTRO offre locali igienicamente ed ergonomicamente all’avanguardia, attrezzature moderne ed efficaci, personale esperto delle tecniche maggiormente accreditate di “remise en forme” e ginniche in genere. Un ambiente amichevole, accogliente, dove decidere in serenità il proprio personale programma di fitness per scolpire le forme e mantenere elastiche le articolazioni.

Tina Piccolo, poetessa e signora della cultura firma il nuovo libro” Vivere è Amare”

6221d42e-6305-48e0-ab1a-435e93438b12

Nella foto Tina Piccolo, ambasciatrice della poesia italiana nel mondo con Giuseppe Nappa, giornalista, direttore responsabile del quotidiano online Occhio All’Artista Magazine e ufficio stampa storico del Salotto Tina Piccolo  in  foto per la copertina del medesimo lavoro editoriale della poetessa. 

Il nuovo libro “Vivere è Amare” della poetessa Tina Piccolo

Il Salotto Artistico Culturale e Multimediale della grande poetessa, definita da accademie e associazioni “ambasciatrice della poesia nel mondo” Tina Piccolo, una poetessa che ha scritto nella sua carriera trentasei libri.
Il suo ultimo libro ha come titolo “Vivere è Amare” pubblicato dal cenacolo europeo poeti nella società.  Tra poesie straordinarie della grande poetessa e foto ricordo di tante manifestazioni. La copertina è stata una volontà della poetessa e del giornalista direttore della rivista poeti nella società Pasquale Francischetti. Sulla copertina c’è la Piccolo con il giornalista Giuseppe Nappa, una foto che è stata scattata durante un momento dello storico salotto, una foto che ha riscosso tanto successo sui social. La Piccolo ha prefazionato tante antologie ai fini didattici. È stata insegnate, sindacalista e formatrice. Ha instituito il celebre “Premio Internazionale Pomigliano D’Arco”, arrivato alla sua ventottesima edizione e ha instituito il Salotto Artistico Culturale Tina Piccolo. Una vera e propria associazione che vanta anni di storia. Oggi anche il salotto è diventato “social” l’appuntamento è ogni settimana da casa sua, in diretta Facebook. Condotto ormai da tanti anni dal giornalista Giuseppe Nappa, direttore responsabile del quotidiano online Occhio All’Artista Magazine.  Audio e Luci di questo salotto di Lele Manna, un giovane cantante. Si racconta Napoli in tutte le sue forme della poesia, della canzone, dell’arte e della cultura. Sempre presente un ospite d’onore e tanti altri illustri artisti tra nuove scoperte e non. Per citare alcuni ospiti d’onore che si sono alternati negli anni e sono stati premiati: Romeo Barbaro con Carolina Casaburi parte della sua paranza, Mario Da Vinci, Mario Maglione, Sasà Trapanese, Lucia Cassini, Riccardo Sorrentino, Rita Siani, Il Dott. Luciano Schifone, il Dott. Saverio Gatto presidente Ass. I nuovi angeli, il presidente dell’Accademia Internazionale Partenopea Federico II di Napoli Cav. Domenico Cannone la presidente dell’Ass. Donare è Amore Pina Pascarella. E poi ancora non sono mancati illustri artisti: Mariarosaria Ruotolo (poetessa e scrittrice), Fabio Toscano(Attore), Adamo Selene (Attore e Poeta), Aldo Leonardi (Attore), Assunta Scalella(Attrice), Nunzia Ferri ( Cantante), Ciro Perna (Cantante). Il salotto totalizza sempre tantissime visualizzazioni, tanto il sacrificio, l’amore che la Piccolo mette da anni, coadiuvato dalla travolgente simpatia e professionalità di Nappa.
Un appuntamento fisso, ogni martedì ormai, per tutte le persone che lo seguono.

Arcangelo Bove, imprenditore degno di nota.

2437c870-1f6d-4c4e-9862-e60b609f843e

L’imprenditore Arcangelo Bove vera eccellenza

L’imprenditore Arcangelo Bove vera eccellenza nel campo imprenditoriale nel campo della sigaretta elettronica. Una vera eccellenza grazie alla sua idea di creare tutto ciò che riguarda la sigaretta elettronica  e non solo dal liquido a quant’altro. Ad oggi vanta tanti store aperti. Il suo motto “buon svapo a tutti”. Nella sede centrale di Benevento in un bel pomeriggio sono andati a trovarlo le telecamere di Occhio All’Artista Magazine, l’imprenditore ha tenuto a precisare quali sono le caratteristiche per lavorare bene prima, trattare bene i suoi dipendenti e poi creare cose innovative in campi innovativi.

Ecco il link dove potete guardare e ascoltare la sua intervista.

https://youtu.be/lmy6YJP4lps

Giuseppe Nappa

 

PREMIO SPECIALE ALLA CARRIERA AL CAV. DOMENICO CANNONE DAL GRAN PREMIO INTERNAZIONALE DI VENEZIA DEL LEONE D’ORO

Cavaliere Cannone Premio Leone d'oro

 

Negli uffici dell’Accademia Internazionale Partenopea Federico II di Napoli, grande aria di festa per il presidente
dell’Accademia il Cav. Dott. Domenico Cannone che, ha manifestato la sua grande emozione dopo il riconoscimento datogli dal Comitato dell’ordine del Gran Premio Internazionale di Venezia del leone d’oro.Un premio che dal 1947 premia le arti e l’imprenditoria, con protocollo n.720934 del 5 ottobre 2019, ha deciso
all’unanimità di conferire il riconoscimento speciale alla carriera al Cav. Cannone ritirato il giorno venerdì 25
ottobre 2019 presso lo storico Palazzo della Regione del Veneto.   “Sono commosso davvero!!! Questo è un grande riconoscimento che unito agli altri che ho ricevuto nell’ultimo periodo, mi riempiono il cuore di commozione e di gioia- esclama il cavaliere- posso solo dire grazie al mio impegno quotidiano ed all’amore di “Mamma Napoli” sono riuscito a raggiungere questi traguardi”– conclude Cannone con le lacrime agli occhi.
( di Giuseppe Nappa)

Luca Maranò, protagonista di un evento internazionale a Paestum

Luca marano Model 2

Grandi riscontri al primo evento internazionale  per la bacyliss pro Award in collaborazione con la Fashion Gallery, tenutasi nel prestigioso Hotel Ariston che ha visto protagonista assoluto l’attore e model Luca Maranò come modello ufficiale di un grande professionista del barber Deniele De Filippo, già reduce del successo al barber match 2019.

Luca Marano Model 1

Un evento dove i miglior protagonisti tra cui hair stylist e barber arrivati in gran parte del mondo con la loro creatività passione, e talento, sono riusciti a rendere acconciature e look davvero impeccabili. Attraverso la magia dei colori, dei make up artist e degli outfit centrati per ogni categoria. Un emozione unica ed indescrivibile sfilare per la prima volta tra migliaia di persone, fotografia professionisti, e giurati di gran calibro. Un piccolo sogno avverato nel cassetto, e di una rivincita  al quanto personale per Luca per chi non credeva che tutto questo potesse davvero accadere. Comunque sia è stato un successo. Luca Maranò emozionato conclude: ” Non sarò bello, non sarò alto, non sarò un raccomandato. Ma sono sicuramente amato. Grazie a tutti per la stima e chi crede in me e nelle mie potenzialità”.

 

“Jerseys of life”, il nuovo cortometraggio di James La Motta che denuncia la violenza sulle donne.

Per l’appunto lo short movie che ha visto il primo ciak il giorno 24 ottobre a Bologna e La Motta, questa volta, affronta il problema violenza sulle donne, attraverso uno sport che come lui stesso definisce, “fatto di forza mentale nella sua eleganza”, trattasi della danza aerea. Il cortometraggio “Jerseys of life” in italiano tessuti di vita, racconta la storia di Sonia, una giovane atleta che dopo una discussione con il suo ragazzo subisce violenza da parte di quest’ultimo. Una violenza come quella che oggi ricevono le tante giovani, non riuscendo a ribellarsi, perché spesso impaurite , e purtroppo rimane circoscritta nelle quattro mura. Sonia dopo una lunga crisi di pianto, si dirige verso la palestra ed inizia a fare degli esercizi ma, purtroppo nella sua mente riaffiorano le immagine vissute in casa mentre il suo compagno la maltratta. Inerme a ciò, lei non riesce a concludere gli esercizi, perdendo la sua forza psicofisica e affranta si rinchiude in bagno a piangere e a guardarsi i lividi da lui provocatole giorni prima. A sopraggiungere è una sua amica di corso che le darà la forza di rientrare nella gym a fare gli esercizi e a riprendersi…Il tutto concludendosi con un finale speranzoso dal messaggio, che con l’unione del team e l’aiuto di una squadra tutto si può superare. Il regista afferma inoltre che la scelta di questo sport nasce proprio da alcune ricerche fatte precedentemente e appassionatosi di volta in volta vedendo foto e video di una delle due attrici protagoniste… Lo definisce uno sport che per lui è un eterno luna park e quando, si è lassu’ come dicono i bambini, in alto, in alto, in alto, nessuno ti può toccare e sei libero di volteggiare lontano dai problemi, da tutto e tutte le negatività ma, con la forza mentale di sorreggere il proprio corpo in eleganti evoluzioni.

E lui la sua protagonista Sonia, interpretata da Blanca Tajuelo di origini spagnole 25 enne , grande professionista e atleta che si esibisce in tutta Europa nell’arte circense con cerchio e tessuti , la porta per mano sin da subito dal primo colloquio a fine riprese per toccare vortici di emozioni senza mai risparmiarsi e La Tajuelo a sua volta da grande professionista e atleta è riuscita subito ad entrata in connessione con il suo regista/coach, lasciandosi guidare con la massima fiducia . Elemento fondamentale per la realizzazione del corto sono state il gruppo di amiche che aiuteranno Sonia, alla ripresa della propria vita e per poi denunciare il suo carnefice interpretato da Andrea Calanca ,un attore istintivo dall’animo nobile che si è prestato al progetto anima e corpo, sono le tre formidabili atlete, Elena Ravaioli, attrice, insegnate di cerchio aereo e di danza aerea con esperienze internazionali , Benedetta D’Alfonso atleta a tutto tondo e grande ginnasta con evoluzioni al tessuto e al cerchio ed infine Arianna Cammarota, atleta specializzata con il cerchio, cantautrice e aspirante giornalista. Le quattro atlete/ attrici, hanno accettato e sposato il progetto senza batter ciglio e con la grande grinta di voler dimostrare che, ognuno di noi è unico nella sua arte. Il tutto sarà accompagnato dalle musiche di un altro talento dalle corde vocali calde, la cantante Eva Rea, concorrente di X Factor 2016 che dopo una lunga chiacchierata con il La Motta, ha deciso di partecipare al progetto donando anche lei la sua arte ‘canora’. Il regista ha concluso l’intervista dicendo che, attori, troupe macchinisti, service e location manager hanno lavorato uniti per una giusta causa e per dire No alla violenza sulle donne.

Fh. Backstage Vittoria Mucci

Lo Specchio Dell’… altra, il nuovo short movie di James La Motta prodotto da Cinemadamare

 

James La Motta, attore, regista e sceneggiatore torna in campo con una nuova ed esclusiva opera cinematografica, dal titolo  Lo specchio dell’… altra, un lavoro alquanto visionario e suggestivo allo stesso tempo.

 

Nella tappa di Pomezia per il raduno mondiale di filmmakers “CINEDAMARE” ideato da Franco Rina, esordisce e vince il premio come best production.

Una storia di due vite parallele che albergano in un solo corpo… Manuela una studentessa con tanta voglia di vivere spensierata interpretata da Francesca Bertocchini e la Ragazza X, interpretata da Giulia Pisanti che vive una vita travagliata. Manuela dopo aver letto per puro caso un libro capisce che non è sola ma in eterno contatto con la sua anima.Il regista racconta che con questo Short movie ha cercato di rappresentare una sua visione delle anime e soprattutto la sua credenza nella reincarnazione, uno script aggiunge che per anni ha custodito gelosamente nel suo cassetto ma che quest’ anno  ha deciso di realizzare.

Il cast ha visto la partecipazione di altri interpreti tra cui Giorgio Paoletti attore e aiuto regia, Emanuela Del Zompo, Alessandro Pocci, Francesco Baiocco, Rosalba Scicchitano e i piccoli Ginevra e Leonardo Pilastro. Uno Short movie che ha toccato varie locations, dal parco della sughereta, al mare di Torvaianica la biblioteca comunale “Ugo Tognazzi” alle strade suggestive di una Pomezia notturna. Il mix perfetto che ha permesso di lavorare magistralmente tutta la Crew e il cast tecnico, la D.O.P. (Camilla Marcotulli, Editor and colorist Salvatore Piccirillo e la supervisor Sara Paterniano).

Un vero e proprio team che uniti hanno lasciato un segno nei cuori dei cittadini di Pomezia e creato un piccolo capolavoro a suon di Ludwig Van Beethoven.

Il regista ha scelto scrupolosamente il suo cast, una fotografia curata nei minimi dettagli e interessante e originale sceneggiatura. E’ un cortometraggio a dir poco “Lynchiano” nella sua costruzione e narrazione che lascia tanti spunti.  Un parallelismo di vite, storie e anime, che si ricongiungono tra loro attraverso la bellezza della lettura di un libro. Infatti, La Motta non nasconde che di questo lavoro ha la viva intenzione di farne un lungometraggio, lo spunto c’è e al regista non manca di certo l’estro  e l’inventiva nelle sue continue visioni di artista di alto lignaggio.  Ad majora semper.

“Dove sento il cuore” A conversare l’autore Mattia Cattaneo che dai versi passa alla narrativa del cuore

Abbiamo raggiunto Mattia Cattaneo, poeta e scrittore per un’intervista sul suo nuovo capolavoro editoriale ” Dove sento il Cuore” che dalla trama si evince  un romanzo forte, avvincente e dallo stile giornalistico dettagliato nato dalla penna dello scrittore bergamasco che dai versi passa alla narrativa. Mattia ha la passione per la scrittura che coltiva giorno dopo giorno con idee vincenti ed una scrittura a passo con i tempi  e che lascia spunti di riflessione. Non a caso, il giovane narratore, di soli 31 anni alle superiori aveva l’abitudine di annotare pensieri, aneddoti e riflessioni ed  da lì  che  ebbe inizio la sua avventura nel mondo della scrittura.
Dove trovi l’ispirazione per i tuoi romanzi?
 
La trovo nella pace del silenzio, nei sogni. Entrambi i romanzi sono iniziati da un sogno ricorrente, e anche in questo caso l’inizio del romanzo fa parte proprio di una immagine che ricorreva nella mia mente, la bicicletta di una ragazza che sta raggiungendo il covo dei partigiani, lei li stava aiutando portando loro cibo e notizie. Per me è una sorta di linea guida come se il destino mi dettasse “scrivi questa storia” .
 
” Dove sento il cuore” è il tuo secondo capolavoro editoriale, un romanzo sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale. Ce ne vuoi parlare?
 
2. “Dove sento il cuore” è dal mio punto di vista una storia sentita, che entra dentro, nell’anima del lettore. E’ la storia di una donna, ora anziana che ci fa ripercorrere tramite le sue parole ciò che ha vissuto in prima persona durante l’occupazione nazi fascista nella zona settentrionale del lago di Como. E con lei conosceremo tre personaggi soprattutto, Vittoria, una fornaia con grinta da vendere, tenace ma al contempo piena di silenzi e dubbi, Bruno, convinto partigiano che lotta per la patria ma anche contro la lontananza dall’amata Vittoria e Karl, un ufficiale tedesco, che è tormentato nonostante la corazza rigida e gelida che si pone di fronte.
 
Hai scelto uno scenario così incantevole e del tutto naturale, il Lago di Como come mai questa idea?
 
La scelta del lago di como non è casuale, adoro da sempre quel lago, mi affascina e ho scelto la parte settentrionale proprio per dargli anche una valenza storica, lì durante quegli anni vi era una fuga verso la salvezza, la Svizzera, e molti hanno perso la vita per questo.
 
Vuoi ricordare qualche data di presentazione del romanzo?
Certo, il romanzo verrà presentato ufficialmente Sabato 21 Settembre alle 20,30 presso la sala consiliare di Barni, in provincia di Como, a pochi chilometri da Bellagio. Per ora non svelo altre date perché sto creando appunto una sorta di calendario ma non appena tutto sarà confermato potrete vedere le altre date de “Il cammino di… Dove sento il Cuore”
 
Il romanzo parla di tematiche e valori ormai per molti passati in un mondo che va a trecento all’ora. Come scrittore, narratore e poeta credi che la cultura e la stessa lettura, possa recuperare il buon senso di una società alla deriva presa dalle mode, dai social e dalla tecnologia?
 
 
Ecco le tematiche insite al romanzo, sono molteplici e variegate ma senza dubbio la dimensione dell’attesa, il saper aspettare, il saper ascoltare e l’uso del cuore, in quei momenti così tragici ci deve insegnare molto. Ora siamo in un mondo liquido, veloce, immediato e ambientare una storia in un mondo comunque si arretrato sotto certi punti di vista ma con maggior solidarietà-solidità del cuore. Ecco, ho già detto molto.
 
Progetti futuri?
 
 Teatrali essenzialmente con l’amico Carlo Arrigoni e il nostro duo artistico “Architetti delle Parole” con progetti vari e poi la scrittura non mi abbandona mai, scrivo molto soprattutto poesie. Ma sai, in questi ultimi giorni è balenata nella mente un’altra immagine che chissà potrebbe essere tra qualche anno una nuova storia da raccontare.
“DOVE SENTO IL CUORE”   TRAMA
Alto lago di Como.1944. L’occupazione nazi-fascista è una realtà concreta. La guerra devasta e ferisce. Tre identità fragili ma forti allo stesso tempo, e le loro vite, si intersecheranno fra dolore, segreti e piccole gioie. Perché la vita vive se c’è qualcuno che fa battere il cuore.Vittoria, una donna energica, Bruno, un convinto partigiano, Karl, un ufficiale tedesco, metteranno in gioco sè stessi e il loro destino.Solo loro sanno dove possono sentire, veramente, il loro cuore.
Foto di Mattia Cattaneo  di  Marta Bernareggi

Grande Festa per Doriana Cecere a Villa Domi in Napoli per i suoi primi 18 anni

Grande festa a Villa Domi a Napoli per i primi 18 anni di Doriana Cecere : tutto e’ stato più bello con la cornice di una delle ville più belle e sfarzose di Napoli. La supervisione del proprietarioDomenico Contessa si e’ rivelata preziosa come sempre . I grandi organizzatori dell’evento sono stati Marcello Messuri e Maria Grazia Gargiulo: ad immortalare tutti i fotografi Pasquale Garofalo e Giuseppe Filosa per i quali la giovane fotomodella napoletana ha realizzato numerosi shooting per brand noti nel mondo della moda. Tra tanti stilisti , la giovanissima Doriana ha scelto di far realizzare il suo abito da un’artigiana del suo quartiere, il ‘ rione sanità ‘: Patrizia Guazzo. E tra balli, buon cibo e tanto divertimento , si sono visti in pista ospiti nazionali come Pablo Rey, Livio Cori,Marika Cecere peraltro sorella della giovanissima Doriana ed infine presente anche il maestro Vincenzo D’Agostino. Giunti gli auguri direttamente da Bruxelles dall ‘imprenditore Alberto Cerqua, patron del concorso internazionale di Bellezza Miss Europe Continental che vedrà tra gli ospiti anche le sorelle Cecere sull’ambito red carpet che precedera’ lo show della finalissima Europea di novembre . Si ringrazia tutto lo staff di i’m caso parrucchieri , noi parrucchieri by miky Aurilia ed eventi e addobbi Gargiulo. Tanti i giornalisti , i manager e gli addetti ai lavori presenti . PHOTO-2019-09-07-16-18-41