Archivi categoria: Tv

Gilberto Idonea, un’artista a 360° che porta l’arte della recitazione nel mondo attraverso, teatro, cinema e tv!

Gilberto Idonea1

Gilberto Idonea e quella Sicilia che ha saputo conquistare i colori del mondo. Da “La Piovra” a “Malena”, dall'”Onore e il rispetto” a “Montalbano”. Tutti i segreti dell’intramontabile successo di Gilberto.

Gilberto Idonea è attualmente sul piccolo schermo con L’Onore e il rispetto. A lui abbiamo chiesto qualche indiscrezione circa il proseguo della serie e ci ha risposto così:

“Non so dirvi con esattezza se concluderemo la serie con questo capitolo, certo potremmo dirci addio oppure no, abbiamo girato varie opzioni. Deciderà il produttore”.

Gilberto ha lavorato tra una battuta e l’altra, gli abbiamo chiesto come mai i polizieschi riescano al giorno d’oggi a tenere milioni di telespettatori incollati dinanzi al televisore, ma soprattutto come mai il “cattivo” ha successo più dei “bello”.

“I personaggi negativi sono spesso anche i più amati perché riescono ad intrigare di più. Non a caso gli autori cercano sempre di donar loro un’aria misteriosa e una storia complessa, che va ad intrecciarsi con altre situazioni. Perché hanno ancora successo? Perché non sono mai trattati con pesantezza,

è un mix di poliziesco, storie d’amore, storie di vita e del quotidiano. Il pubblico ricerca anche la leggerezza”.

Tra i suoi lavori più grandi, meritano di esser citati “La Piovra” e “Malena” col grande Tornatore. Cosa ricordi di queste due esperienze lavorative?

“La Piovra è stato l’apoteosi dei film sulla mafia ed è stato tra l’altro il lavoro che mi ha portato ad esser noto anche al di là dei confini italiani. Pensate che quando mi sono recato in Russia per girare una Fiction su Anna German fui riconosciuto in aeroporto proprio per il ruolo che interpretavo. Peccato che in Rai decisero che la Piovra offendeva la Sicilia e decisero di non farla più”.

Hai progetti per il futuro? 

“Ci sono varie cose a cui posso lavorare, ma ho un contratto che scade nel 2018 ed ho deciso di rispettarlo fino alla fine. Vedremo e incrociate le dita anche per me”.

Annunci

Il film Tv ” Il Comionista” con Giorgio Tirabassi e Simona Borioni conquista la prima serata di Canale 5

il-camionista-foto-scena

Il film TV Il camionista in prima serata su canale 5

Giorgio Tirabassi e Simona Borioni sono i protagonisti del film TV Il camionista , regia di Lucio Gaudino.
La messa in onda è prevista su canale 5 giovedì 29 dicembre in prima serata .
La pellicola racconta la storia cruda e amara di una famiglia in crisi , dove il protagonista , autista di Tir , è coinvolto nel traffico dei clandestini .
Tirabassi e la Borioni, volti popolari di numerose fiction, interpretano marito e moglie , in un cast che comprende anche Nicola Di Pinto ed Elena Cotta, fra gli altri .
Prodotto dalla Sunshine production di Bruno Frustaci e Alessandro Carpigo, il film TV affronta un tema delicato e narra una storia cruda e reale, interpretata brillantemente da Giorgio Tirabassi e Simona Borioni.
Tirabassi sarà a gennaio ancora in TV con la nuova stagione di Squadra Mobile.
La Borioni è in onda su La5 col talent Tra sogno e realtà, sempre prodotto dalla Sunshine.

MARTEDÌ 3 E MERCOLEDÌ 4 GENNAIO IN PRIMA SERATA SEMIFINALE E FINALE DI “TRA SOGNO E REALTÀ” MADRINA DELLE SERATE EMANUELA FOLLIERO

emanuela-folliero2

MARTEDÌ 3 E MERCOLEDÌ 4 GENNAIO IN PRIMA SERATA
SEMIFINALE E FINALE DI “TRA SOGNO E REALTÀ”

MADRINA DELLE SERATE EMANUELA FOLLIERO
OSPITI MOSES E BILL GOODSON

Francesco Capodacqua, con Simona Borioni, Josè Perez e Silvia Salemi
decretano il vincitore tra giovani talenti dai 5 ai 16 anni

“Tra sogno e realtà” giunge alle fasi finali con due appuntamenti in prima serata su La5, il 3 e 4 gennaio.
La giuria, composta da Simona Borioni, Josè Perez e Silvia Salemi ha selezionato i giovani talenti più meritevoli tra i 5 ed i 16 anni, che accedono così a semifinale e finale in onda in prime-time.

Nelle vesti di madrina, Emanuela Folliero affianca Francesco Capodacqua per le fasi finali, ad Abano Terme.
Ad arricchire le esibizioni dei giovanissimi talenti, l’accompagnamento musicale dal vivo del Maestro Vincenzo Sorrentino.

Tra i tanti ballerini, cantanti, attori, musicisti e rappresentanti di arti varie, in semifinale i 54 concorrenti rimasti in gara sono pronti a sfidarsi divisi in gruppi. La finale vede esibirsi i 18 talenti sopravvissuti alla fase precedente. Ma solo uno di questi trasformerà il proprio sogno in realtà.

Tra gli ospiti delle due serate, Moses ed un quarto giudice: Bill Goodson.

“Tra sogno e realtà”, alla seconda edizione, si conferma un format di successo, realizzato da Sunshine Production di Bruno Frustaci ed Alessandro Carpigo, col produttore associato Luca Garavelli. Francesco Vitiello ha supportato la produzione durante la fase delle selezioni per tutto l’anno.

Su LA5 la nuova edizione del kids talent TRA SOGNO E REALTA’

Tra sogno e realtà.jpg

AL VIA DA LUNEDÌ 28 NOVEMBRE ALLE ORE 16.45
LA NUOVA EDIZIONE DI “TRA SOGNO E REALTÀ”

Francesco Capodacqua ed una giuria composta da
Simona Borioni, Josè Perez e la new entry Silvia Salemi
seleziona giovani talenti tra i 5 ed i 16 anni

“Tra sogno e realtà”, il talent show di La5 dedicato ai giovani tra i 5 e i 16 anni, torna con la seconda edizione, al via da lunedì 28 novembre alle ore 16.45, con 25 appuntamenti quotidiani.

Un format di successo ha sempre necessità di essere rinnovato, ed è quello che è successo a “Tra Sogno e Realtà”, realizzato dalla Sunshine Production di Bruno Frustaci e Alessandro Carpigo col produttore associato Luca Garavelli e con la collaborazione di Francesco Vitiello, che ha supportato la produzione durante l’intera fase delle selezioni per tutto l’anno.

Innanzitutto con Francesco Capodacqua, lanciato da “Amici di Maria De Filippi”, alla conduzione a partire dai casting e le selezioni, ad Abano Terme.
E i baby artisti, pronti ad esibirsi per accedere alle fasi finali in onda a fine dicembre, ritrovano due giudici, Simona Borioni e Jose Perez, insieme alla new entry Silvia Salemi.
Ad arricchire le esibizioni dei giovanissimi talenti, l’accompagnamento musicale dal vivo del Maestro Vincenzo Sorrentino.

In sei mesi di selezioni effettuate nelle piazze italiane, sono stati valutati più di 7.000 talenti: ballerini, cantanti, attori, musicisti e rappresentanti di arti varie.
Di questi, 530 hanno avuto accesso allo show televisivo, strutturato in quattro fasi: Challenge, in cui i bambini e i ragazzi si esibiscono singolarmente davanti ai giudici; In&Out, in cui i giudici hanno modo di rivedere tutti i concorrenti che hanno ricevuto due o tre Sì nella fase precedente e decidere chi riesca a portare in scena al meglio il suo talento; Semifinale, in cui i 54 concorrenti rimasti in gara si sfidano ulteriormente divisi in gruppi; Finale, in cui dei 18 talenti sopravvissuti nelle fasi precedenti, soltanto uno vedrà davvero la trasformazione del suo sogno in realtà.

La Semifinale e la Finale si trasformeranno in due appuntamenti speciali, trasmessi in prime-time da La5, durante le feste natalizie, con la partecipazione speciale di Emanuela Folliero, conduttrice della prima edizione. Tra gli ospiti delle due serate finali, Moses ed il quarto giudice Bill Goodson.

Fabio La Fata, nel cast di” Rocco Schiavone su Rai2

Grandefabio-la-fata-4 ruolo per Fabio La Fata in “Rocco Schiavone”, al fianco di Marco Giallini su Rai 2.

Dopo varie partecipazioni in tante fiction, tra cui anche Don Matteo, Fabio La Fata vive un’importante opportunità con un personaggio fisso nella fiction. “Interpreto Antonio Scipioni, vice ispettore della questura di Aosta, un tipo coraggioso, dinamico, un tipo adrenalinico che ama il rischio” racconta l’attore siciliano.

La Fata ha recitato accanto a Giallini, uno degli attori più amati del cinema italiano.

“Lavorare con Marco è stato stupendo, mi dava consigli di vita e di lavoro, è una grande persona oltre che un grande professionista!” assicura.

Fabio La Fata strizza l’occhio anche al cinema.

“Sono tornato da poco dell’Afghanistan, dove ho girato un film con Marco Tullio Giordana. Sogno di diventare presto protagonista di un film al cinema che racconta la mia terra cioè la Sicilia e di continuare  Rocco Schiavone con un secondo ciclo di puntate” confessa l’attore, scoperto dalla sua manager Marianna De Martino, e lanciassimo tra cinema e televisione.

Un Posto al Sole: Vent’anni di storie italiane

UPAS 20 3.jpgDI GIUSEPPE COSSENTINO Oggi 21/10/ 2016, è un evento storico memorabile, Un Posto al Sole, il real drama di Raitre, ( riduttivo chiamarla soap opera) compie vent’anni. Una delle fiction più longeve della storia della tv italiana. E’ la fiction che salvò il Centro Rai di Napoli dalla chiusura.   Una vera fabbrica televisiva che da anni fa sognare gli allora bambini oggi uomini e donne trentenni, dove il cuore pulsante della serie sono i titoli di coda, le manovalanze dichiara Francesco Pinto, il direttore del centro RAI partenopeo che punta non tanto al presente ma ad un futuro di altrettanti successi, mirando ai 78 anni, stile “ Sentieri” la soap opera americana iniziata sulle frequenze Radio della CBS e passata successivamente in tv diventando un fenomeno della storia di costume e della tv americana. Dal pre – plot al trattamento, dai dialoghi alla produzione: sono otto le settimane necessarie per sviluppare un blocco di puntate.

UPAS 20.jpg

Il set è situato prevalentemente a Napoli e proprio al territorio, alla sua storia, alla sua cultura e alle sue problematiche, sono legate molte delle vicende raccontate nella fiction. Napoli, infatti è la vera anima protagonista del real drama, set naturale che ci porta a scoprire i suoi palazzi, luoghi di inestimabile valore che trasudano storia e tradizione. Ma in questi anni molte sono state le trasferte dei nostri protagonisti sia in Italia (Palinuro, Cervinia, Marina di Camerota, Sorrento, Palermo, Venezia, Roma, Milano, Torino, Firenze e tante altre) che all’estero, arrivando persino a New York, dove la soap è graditissima alla comunità italiana residente, dove sul canale RAI INTERNATIONAL è seguitissima da oltre 20 milioni di telespettatori, un record assoluto.

Tra i numeri 17 attori protagonisti e circa 35 personaggi ricorrenti, 71.211 comparse, 120 registi, fra cui Gabriele Muccino e Stefano Sollima, e circa 80 persone dietro le quinte ogni giorno.Marzio Honorato e Patrizio Rispo.jpg

Ma i numeri e le curiosità non finiscono qui come i Matrimoni 35 (girati e mancati), i Funerali 22, i Baci 4.467, gli Schiaffi 510, i Personaggi arrestati 26, gli Animali 28, i Bambini nel cast 23, Le Armi in scena 2.072 ,Le Foto di scena 427.000, i Caffè 3.747.415, i Cestini e pasti 2.615.230, Fogli di carta 313.527.592, Litri d’acqua 348.145. Il segreto del successo dei vent’anni di Upas ci spiega Pinto è la sua caratteristica narrativa: il tempo della fiction equivale al tempo della vita”. Insomma, una vera e propria fabbrica televisiva, che da vent’anni, come un vero e proprio solido romanzo popolare racconta il sogno italiano.

Un Posto Al Sole Memories. Vent’anni della fiction più longeva della tv italiana

un-posto-al-soleUn Posto al Sole Memories Raitre da sabato 1 ottobre alle 20.10 per 4 settimane

Da sabato 1 ottobre per quattro settimane alle 20.10 su Raitre potremo ripercorrere i momenti salienti della soap più longeva della nostra televisione, insieme ad alcune tappe fondamentali della storia italiana e internazionale. Raffaele Giordano (Patrizio Rispo) sta facendo ordine nella sua guardiola di Palazzo Palladini e da alcune ‘scatole dei ricordi’ tira fuori personaggi, fotografie, emozioni e sensazioni dei 20 anni ‘appena’ passati. Nuove immagini si intrecciano con quelle già viste per commentare insieme, anche con l’aiuto di un sociologo, vari argomenti come l’amore, la famiglia, le donne, l’amicizia,etc. Rispo non sarà solo in questo tuffo nel passato, gli faranno compagnia altri storici protagonisti di “Un Posto al Sole” tra cui Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Marina Tagliaferri, Alberto Rossi, Luisa Amatucci,Peppe Zarbo, Claudia Ruffo. Per la prima volta in scena anche i fans, gli spettatori, con i loro quesiti e le loro curiosità, generazioni che sono cresciute con Un Posto Al sole, diventato ormai appuntamento imperdibile per molte famiglie italiane.

EP 1 (1 ottobre) Una scatola fornisce a Raffaele l’occasione per ritornare con i ricordi ai primi anni di storie a Palazzo Palladini, ai tanti amori, alcuni burrascosi, nati tra quelle mura, come quello tra Franco ed Angela. Un viaggio tra i volti femminili, da Anna Boschi fino a Serena e Manuela Cirillo, racconta le donne di questi anni. Una rappresentazione dell’Italia attraverso escursioni su e giù per la penisola e soprattutto della società, raccontata con le storie dei protagonisti e spiegata anche grazie all’aiuto di un esperto di sociologia. EP. 2 (8 ottobre) Continua il viaggio nel tempo di Raffaele. Dalla sua scatola emergono tanti ricordi, alcuni divertenti e altri meno gradevoli. I nostri protagonisti, come l’Italia, fanno i conti con i cambiamenti che caratterizzano la società del nuovo millennio come l’introduzione della nuova moneta europea fino allo shock dell’undici settembre. Nuovi arrivi a Palazzo smuoveranno la vita delle famiglie Giordano e Palladini. Ed è proprio il concetto di famiglia con tutte le sue problematiche attuali che viene analizzato dagli spettatori e dall’esperto: l’amore in tutte le sue sfumature è il perno della vita e la famiglia è il luogo in cui queste sfumature possono trovare la forza per affermarsi. EP. 3 (15 ottobre) Un ricordo tira l’altro e Raffaele pesca nello scrigno del passato, più o meno recente, alcuni momenti storici impressi nella memoria di tutti. Sono gli anni di “yes we can” e alcuni personaggi sembrano trarre spunto dalla lezione americana: vivere con determinazione la propria vita per arrivare a risultati un tempo inimmaginabili. Ma spesso la voglia di arrivare travalica il giusto e gli scrupoli vengono messi da parte. Ed è proprio la figura del cattivo che viene analizzata dall’ esperto, il fascino che esercita su molti spettatori che “amano odiare” EP. 4 (22 ottobre) La scatola dei ricordi si sta ormai svuotando, siamo arrivati ai giorni nostri, giorni di speranza ma anche di paura, di odio verso chi si considera diverso. L’accoglienza, tanto in discussione in questi anni, ispira storie di amicizia e solidarietà tra vecchi e nuovi personaggi. In quest’ultima puntata è proprio l’aspetto social delle storie che viene analizzato, il tentativo di essere vicini alla realtà della società italiana, di portare spunti di riflessione seria senza mai dimenticare la mission di intrattenimento divertente, in un mix che ne ha fatto la fortuna e che lo rende appuntamento imperdibile per molte famiglie italiane.

 

Sara Herranz ” RITA” della soap ” Una Vita” ” Dell’ Italia amo l’arte e la tarantella”

Sara Herranz.png

Nella foto, l’attrice Sara Herranz

 a cura di Giuseppe Cossentino

Sara Herranz, interpreta Rita, in “ Una Vita, la soap opera spagnola di CANALE 5. Nipote di Fabiana, si presenta subito come una ragazza bella e spensierata con delle forti ambizioni e velleità  per il mondo della musica e del teatro.  Infatti, la sua più grande aspirazione è quella di diventare una cantante di couplet. Ed infatti con le sue arti seduttive riesce ad avere un discreto successo nel mondo del teatro dell’epoca. Rita racchiude l’ideale di bellezza dell’epoca e ama provocare gli uomini. La sua ambizione la spinge ad essere priva di scrupoli sino ad arrivare ad essere disposta a tutto, anche ad utilizzare le forme provocanti del proprio corpo pur di arrivare a realizzare i propri sogni.

Noi di ITALY IN THE WORLD, siamo volati a Madrid per un tu per tu con la bella attrice spagnola Sara Herranz, che si è mostrata subito felice e disponibile di fare una piacevole chiacchierata con noi.

Rita di  Una Vita

Giuseppe Cossentino, fondatore di Italy in the World con Sara Herranz dopo l’intervista

Sara è una giovane ma brava attrice che dopo una formazione presso il Conservatorio, ha lavorato molto in teatro e per il cinema. In tv una vita ha rappresentato la sua grande occasione per mostrare al grande pubblico la sua bravura indiscussa di attrice,  dato che il suo personaggio morirà a causa delle febbre tifoide, non prima di aver rivelato a German(Roger Berruezo), la verità sulla morte di Carlota, avvelenata dalla perfida Cayetana. ( Sara Miquel) tra qualche puntata vedremo l’uscita di scena della Herranz. Ma nel frattempo è  bellissimo scoprire come Sara ama l’Italia e soprattutto il cibo italiano, come il carpaccio, i cannelloni, la pizza e il tiramisù. Ma non nasconde il suo amore per l’arte, la musica, la tarantella e la danza classica italiana. E tra le sue attrici preferite italiane, annovera Sophia Loren.

   Sara Herranz saluta tutti i lettori di Italy in the World Webzine di Giuseppe Cossentino

      Guarda il video

A tu per tu con Lorenzo Sarcinelli: i miei idoli sono Paolo Sorrentino e Toni Servillo

Lorenzo Sarcinelli

L’attore Lorenzo Sarcinelli, in una foto di Giuseppe D’Anna

a cura di

Giuseppe Cossentino

Sempre più record di ascolti per il real – drama di Rai3, Un Posto al Sole, che tutte le sere accompagna la cena di quasi tre milioni di telespettatori in tutta Italia.  Da quasi vent’anni, tiene banco e per i telespettatori è diventato un appuntamento irrinunciabile. E’ una delle fiction italiane più longeve della storia della tv pubblica. I personaggi storici, ormai sono persone di famiglia, il pubblico si  identifica in Renato, Raffaele, Giulia, Angela, Franco, Viola, Filippo… e così via… Il merito va agli autori, sempre attenti ai temi attuali e alla quotidianità, affrontati sempre con sobrietà e con un bel ritmo che non annoia mai.   Non è da sottovalutare, un cast preparato che negli anni ha dato spazio ai giovani. Infatti,  un bello spazio viene dato, ultimamente, alle storie tra adolescenti. Tra i protagonisti del cast giovane c’è anche il giovane attore Lorenzo Sarcinelli, che nella fiction interpreta Patrizio, il figlio di Raffaele e Ornella.

In una piacevole chiacchierata Lorenzo descrive il suo personaggio come un ragazzo molto sensibile e determinato; ha un sogno ed è pronto a tutto per realizzarlo… proprio come lui con la recitazione. Questo è il punto che accomuna l’attore con il suo alter ego.  Tra gli altri punti in comune la stessa età, il dover affrontare l’esame di maturità, l’essere socievole e solare.

20151102_163411

L’attore Lorenzo Sarcinelli, con il direttore e fondatore del webzine Italy in the World Giuseppe Cossentino

L’esperienza con Un Posto al Sole rappresenta la sua improvvisa realizzazione di un sogno, una grande palestra in cui riesce a migliorarsi giorno per giorno.

Nonostante la popolarità di “ Un Posto al Sole” il rapporto con i suoi amici è rimasto invariato. Quando lo vedono lo chiamano l’attore. Ma non nasconde che molte ragazze lo fermano per fargli i complimenti per questo strepitoso inizio di carriera.

Non nasconde di essere molto attivo sui social network, ha una pagina ufficiale facebook e su Instagram carica molte foto del set di Un Posto al sole.

Le sue passioni sono il teatro e il cinema e gioca a basket da 12 anni.

A noi di Italy in The World Webzine rivela quello che pensa della cultura italiana, che va studiata, apprezzata in quanto mondiale e il suo più grande sogno quello di essere diretto  da Paolo Sorrentino, nostro Premio Oscar e orgoglio nel mondo, e di lavorare su qualche set con l’attore Toni Servillo, suo grande idolo.

Nella Video Intervista potete seguire l’intervista al bravissimo Lorenzo Sarcinelli…

Giuseppe Cossentino in TV, ospite al talk show ” NON SOLO CALCIO” su Tele libera Campania

Non solo calcio

Da sinistra Miss ITALIA OVER, Rosanna Rizzo, al centro la conduttrice Barbara Carere e l’ Oscar italiano del web e autore Giuseppe Cossentino

QUESTA SERA SU TELELIBERA CAMPANIA ” NON SOLO CALCIO” CANALE 174 DIGITALE TERRESTRE OSPITE GIUSEPPE COSSENTINO

Giuseppe Cossentino, sceneggiatore regista e blogger, l’ Oscar italiano del web sarà uno degli ospiti d’eccezione (che parlerà dei suoi nuovi progetti  in corso d’opera come il nostro webzine ITALY IN THE WORLD e dei premi vinti a livello mondiale) questa sera alle 20.30 su TELELIBERA CAMPANIA ( TLC) CANALE 174 del digitale terrestre e su Sky 920 al talk show “NON SOLO CALCIO”, programma di successo ideato da Barbara Carere e Max Giannini e condotto da Barbara Carere e Ivan Scudieri. Gli ospiti della serata oltre Cossentino saranno la bellissima Miss Italia Over Rosanna Rizzo e il calciatore Salvatore Violante socio con Pasquale Foggia della Academy Pasquale Foggia. Quindi tutti sintonizzati per questa nuova esilarante puntata di “NON SOLO CALCIO” programma d’intrattenimento dove a regnare non è solo il calcio!
Responsabile di redazione: Nicola Savino e Francesco Green.
Direttore Artistico: Alfredo Calfizzi.
Fotografo ufficiale: Danilo De Santis.
Post produzione: Augusto Fontana.
Regia: Giovanni Corvino e Antonio Cerullo.
Direttrice di TLC News: Barbara Carere.
Editori: F.lli Corvino.
Pagina Facebook https://www.facebook.com/NonSoloCalcioConBarbaraCarereEMaxGiannini
Twitter : @Non_Solo_Calcio